11 curiosità su Goldrake: 40 anni e non sentirli

Cercate una dieta per restare giovani? Semplice, mangiate libri di cibernetica ed insalata di matematica. Lo insegna Actarus insieme al robottone più amato dagli italiani: UfoRobot Goldrake!

La trilogia dei Mazinger

A ben 40 anni dalla sua prima apparizione in Italia, Goldrake è ancora oggi uno dei robot più amati in occidente.

Le vicende di Actarus e Goldrake sono entrate nei cuori di tutti.

Ma che ne dite di parlarne con qualche curiosità? Per l’esattezza, 11.

CURIOSITA’ n.11 su Goldrake

Ormai lo sanno pure i sassi, il vero nome di Actarus è Duke Fleed -Daisuke per gli amici terrestri- ed il suo portentoso robot è l’Ufo Robot Grendizer.

Arrivato in Italia come Atlas Ufo Robot Goldrake, dobbiamo il titolo errato all’averlo importato dalla Francia non sapendo che “Atlas” non facesse parte del nome…

Ma della guida informativa della TV parigina.

Per essere ancor più precisi, su Rai2 fu presentato con:

“Buonasera con… Superman -Atlas Ufo Robot”

CURIOSITA’ 10

Anche se nella sua messa in onda mancava qualche episodio -chi è cresciuto con i cartoni animati in TV come me lo ricorda bene- Goldrake non fu mai considerato un cartone animato per bambini.

Al pari di altri grandi classici come Lady Oscar, venne considerato letteralmente un “film animato per tutti” e trasmesso durante la fascia oraria dedicata alle Telenovelas.

Ed oggi assistiamo a discussioni tra Otaku e non sul perché opere per adolescenti siano per adulti.

CURIOSITA’ 9

Anche se pochi lo accettano -dato il grande amore che nutrono per Goldrake- non era intenzione di Go Nagai crearlo.

Fu spinto dai colleghi a sfruttare il fenomeno degli U.F.O. che tanto impazziva in America per ottenere più consensi anche in occidente.

Non a caso, Goldrake è il più amato in occidente dei suoi Mecha, mentre in Giappone impazziscono ancora oggi per Getter Robot e Mazinger Z.

CURIOSITA’ 8

Sapevate che non furono solo i Vegani -dell’impero di Vega- i suoi accerrimi nemici?

Molti genitori, all’arrivo della seconda serie, si levarono contro la violenza dell’opera.

In verità non fu la prima volta che un’opera di Go Nagai fu bersagliata da critiche.

Mao Dante per la sua storia.

Devilman per la sua violenza.

Mazinger Z per i temi di guerra che trattava.

Ma mai come con Goldrake la gente si sbagliò.

Lo stesso Dario Fo si pronunciò contro l’opera dicendo: “Goldrake è l’angelo sterminatore, il vendicatore che si ‘sacrifica’ per il povero uomo della strada (in fondo c’è dietro la stessa idea dei terroristi)

Mentre Alberto Bevilacqua sentenziò: “il pugno rotante equivale al pugno di ferro; l’alabarda spaziale alla baionetta; il maglio perforante al manganello […] Goldrake è lo stadio che può precedere la droga vera e propria.”

Curiosità 7

Ufo Robot Goldrake trae ispirazione dai poemi cavallereschi.

Basta analizzare la sua storia per capirlo.

Un principe viene “tronizzato” da un impero nemico.

Rimane solo, cresce da povero facendo lavori umili -in fattoria- e si dedica a proteggere la sua nuova patria dall’invasore innamorandosi di una popolana.

Solo che invece del cavallo ha l’U.F.O. ed al posto della spada l’Alabarda Spaziale.

CURIOSITA’ 6

Lo Scrittore Gianni Rodari fu un grande sostenitore di Goldrake.

Quando il cartone animato fu sotto attacco lui si trovò in prima linea per difenderlo affermando:

“Cerchiamo di far parlare i bambini di questo Ercole moderno.

Il vecchio Ercole era metà uomo e metà dio, questo in pratica è metà uomo e metà macchina spaziale, ma è lo stesso:

ogni volta ha una grande impresa da affrontare, l’affronta e la supera. Cosa c’è di moralmente degenere rispetto ai miti di Ercole?”

CURIOSITA’ 5

Anche se a pilotare Goldrake fu Actarus, il nostro principe conosce poco la sua macchina.

A studiarlo ci pensò Koji Kabuto che comparirà nella saga come spalla per legarlo alla trilogia dei Mazinger.

Koji -in viaggio di studi negli U.S.A.- non solo si occuperà di contribuire alle riparazioni del portentoso Robot, ma svilupperà studi sulla tecnologia Fleed e Vegana.

Costruirà un U.F.O. che porterà come tesi di laura per l’esame finale di Ingegneria Meccanica e costruirà i supporti aerei che potenzieranno lo stesso Goldrake nel corso della storia.

CURIOSITA’ 4

A causa della conclusione “drastica” del Grande Mazinga -dove i più piccoli videro morire molti dei loro eroi e videro menomato lo stesso Tetsuya- la Toei si precipitò nella creazione di Goldrake.

Anche per questo si volle sfruttare il fenome U.F.O. per trovare nuovi ascolti.

Che le opere di Go Nagai non finiscano bene è risaputo, ma questo portò qualche piccolo errore nelle animazioni.

Cose di poco conto.

Ma i puristi si lamentarono nel veder uscire Goldrake dal suo supporto volante dal retro invece che dal davanti e nel primo episodio lo si vede volar via senza (cosa per lui impossibile).

Sono dettagli così importanti guardando un cartone animato su di un principe che combatte a bordo di un robot?

CURIOSITA’ 3

Una delle grandi novità introdotte dalla serie fu il ruolo attivo di due donne in un contesto di guerra.

Prima Venusia e poi Maria fecero vedere che anche le donne possono combattere al fianco dell’eroe maschile con la stessa fierezza.

Questo non piacque al popolo giapponese ed a causa di questo ci fu un drastico calo degli ascolti nel paese del sol levante.

Perché i giapponesi non sono sessisti… no no!

Lo dimostrano oggi tutte le “WAIFU” tettone minorenni con poteri eccezionali che uccidono qualunque cosa gli si pari di fronte.

//N.B. tra le WAIFU ci sono anche le maggiorenni e le senza tette … ma quelli sono gusti a parte//

CURIOSITA’ 2

Come Mazinger Z, Great Mazinger, Getter Robot e Jeeg Robot, anche Goldrake ha bisogno di un comando vocale per attivare le sue poderosi armi.

Non sapendo come “nominare” molti degli attacchi, lo staff si affidò a Romano Malaspina, il doppiatore storico di Actarus, che ne inventò i nomi.

In alcuni episodi infatti il nome è diverso perchè stavano “testando” l’effetto che aveva sul pubblico.

CURIOSITA’ 1

Inutile dire come la sua sigla sia conosciuta e cantata ancora oggi.

Ma sapevate che i suoi 33 e 45 giri hanno venduto milioni di copie?

Il nostro UFO ROBOT GOLDRAKE è stato quindi anche disco di platino!

Cosa si potrebbe aggiungere su Goldrake?

Ancora oggi è uno dei cartoni animati più amati.

I più grandi, o i nostri genitori, ancora oggi ripensano a lui con nostalgia ed ancora oggi cantiamo a squarcia gola la sua sigla.

Facciamo gli auguri al principe dello spazio che è entrato nel cuore di noi italiani da ben 40 anni.

 

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker