Paladins cards unbound rimosse: ennesima vittoria degli utenti

La storia di cards unbound inizia qualche tempo fa, quando Hi-Rez, la software house che crea e manutiene Paladins, Champions of the realm (un hero shooter free-to-play), decide di introdurre un nuovo sistema per gestire le carte.

Cos’è Cards Unbound

Esse fanno parte integrante del gioco in quanto “mutatori” rispetto alle caratteristiche standard del singolo eroe, e condizionano quindi significativamente il gameplay.

Il buon senso indurrebbe quindi ad essere molto guardinghi nella gestione di elementi chiave del gioco.

Invece Hi-Rez getta il cuore ed il portafogli (degli utenti) oltre l’ostacolo e lancia l’update cards unbound.

Le carte non sono più tutte sbloccate e hanno livelli che si ottengono estraendo da delle casse premio (acquistabili con denaro) doppioni delle carte in questione. Ogni ulteriore doppione aumenta il livello della carta ed il conseguente vantaggio in game.

Le conseguenze di Cards Unbound

Non è difficile capire come un tale tipo di meccanismo possa dare adito a grossi sbilanciamenti perché introduce indirettamente vantaggi ai giocatori che spendono di più in loot boxes.

La mossa ha creato problemi alla reputazione pubblica di Hi-Rez e polemiche anche molto prima della release. Infatti a partire dell’annuncio della patch, peraltro tempisticamente infelice in quanto troppo ravvicinata alla controversia di Star Wars: Battlefront 2, non pochi hanno alzato un sopracciglio. In effetti a farlo sono state testate giornalistiche, videogiocatori comuni e grandi personalità di YouTube come Jim Sterling.

Hi-Rez però ha perseguito la sua decisione ed ha provveduto a rilasciare la patch introducendo il sistema più odiato dalla nascita del gioco, che ha allontanato molti giocatori per esasperazione o per principio.

Come risposta alle tante critiche e polemiche su questo fatto Hi-Rez ha anche espresso la chiara intenzione di ignorare il feedback degli utenti, lasciando di fatto i giocatori nessuna scelta.

Tanto per contestualizzare, preciso che si parla della patch 64 del gioco che risale al 18 dicembre 2017.

Da quel momento è iniziata una contestazione quotidiana puntualmente ignorata dagli sviluppatori, culminata in una recentissima polemica totalmente priva di contenuto offensivo ma significativa: gli utenti hanno cominciato a riempire il canale reddit di Paladins con fan art pessima o per reale incapacità personale o per voluta esagerazione. Inutile dire che tale peculiare forma di protesta ha avuto non poca rilevanza mediatica nelle pubblicazioni di settore e ulteriori ironici commenti su YouTube.

La fine di Cards Unbound

Ebbene all’alba della patch 67 un documento di HiRezChris, il nuovo direttore esecutivo di Paladins, ha rivelato che dopo mesi di proteste alla fine cards unbound sarebbe stata rimossa nonostante gli obiettivi di finanziamento per i quali la patch era stata creata fossero stati ampiamente raggiunti. Ciò è accaduto come promesso il 7 marzo 2018.

Quella di cards unbound è una vittoria per gli utenti che ultimamente stanno avendo successo in molte azioni corali volte a rovesciare le politiche lucrative di publisher e developer house. Speriamo che questo non sia l’ultimo caso che vi raccontiamo da queste pagine.


Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: