Madre Prostituisce Figlia Minorenne: Indignazione a Palermo

Indignazione a Palermo, Madre Prostituisce Figlia Minorenne

violenza minorile

Violenza e prostituzione minorile è oggi un argomento sempre più discusso, che porta tristezza, rabbia e orrore in questi atti dove le vittime sono minorenni, bambine il cui unico pensiero dovrebbe essere quello di divertirsi.

“La mamma è sempre la mamma”.

Quante volte si è sentiti dire questa frase dalla famiglia, parenti e amici.

Nulla di più vero, l’affetto e l’amore di una madre nei confronti dei proprio figli è superiore a ogni altra cosa, qualcosa da farti addirittura dimenticare e perdonare situazioni spiacevoli.

Ma è sempre cosi?

Cos’è che lega un figlio a una madre?

Averlo tenuto in grembo nove lunghi mesi, la sua nascita, l’allattamento, le esperienze forti come i primi passi, la pronuncia di “mamma”, un abbraccio o un sorriso.

Sono tante le cose che fanno si che la mamma sia sempre la mamma, la sua migliore amica a cui confidare i proprio segreti, ma non è sempre cosi.

La favola non è per tutte! Quello che è accaduto a Palermo, Sicilia, porta sgomento e indignazione a tutte quelle persone, ma soprattutto mamme con bambine, sensibili a questo argomento.

Bambina di 9 anni prostituita per 30 euro

Violenza e prostituzione minorileQuesta mattina alle 10:00 circa sono stati arrestati i genitori di una bambina di soli 9 anni che era stata costretta a prostituirsi a degli amici di famiglia per pochi euro.

I fatti risalirebbero all’estate del 2017 quando dei militari notarono una macchina appartata in una stradina di campagna con un uomo ed una bambina.

 

Subito erano scattate le indagini, in seguito alle quali i carabinieri avevano rilevato elementi probatori che documentavano come, in diverse occasioni, due persone, trattasi di un bracciante agricolo 61 enne e un pensionato 78 enne, avevano compiuto atti sessuali a pagamento con la bambina.

Pochi euro, dai 5 ai 30 euro, tutto organizzato dai genitori della bambina che organizzavano gli appuntamenti con diverse persone, in alcune delle quali partecipava anche la madre.

Sia la coppia, sia due uomini che avevano avuto rapporti sessuali con una minore sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari, mentre la bambina è stata allontanata dalla famiglia.

La vittima racconta

Ma quello che sconvolge ancora di più è la storia raccontata dalla protagonista di questa drammatica vicenda.

La piccola racconta di come non volesse partecipare a queste cose perchè non le piacevano, di come il padre la portava da questi uomini e se ne approfittavano, spesso in compagnia della mamma. Racconta del padre che veniva a conoscenza di quanto accaduto e si congratulava con entrambe.

E’ difficile credere all’esistenza di simili atti da parte di persone a te strette, care, di cui dovresti avere piena fiducia.

Vicende che ti segnano per la vita soprattutto a una tenera età in cui non hai voce in capitolo, non puoi rifiutarti ne parlarne con nessuno, quando è la tua stessa famiglia a essere colpevole.

Se penso a queste cose sento tristezza. Glielo dicevo a mia madre che non mi piacevano quelle cose. Non lo so però come mai mi ritrovavo a farle, ma non sono arrabbiata con mia madre perché lei non mi ha fatto niente di male

La piccola, non capendo la gravità della situazione, non incolpa la madre, per lei non le avrebbe fatto nulla di male.

Ciò nonostante sono colpevoli e accusati di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile.

 

Che cosa non si fa dunque per soldi?

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker