Secondo appuntamento del PSX 2017: la giornata, in breve!

Visto che non c’è momento di pausa per i gamer di tutto il mondo, eccoci pronti a ripercorrere gli eventi del PSX 2017!
La prima parte (di cui abbiamo parlato ieri) ha visto pochi momenti veramente interessanti a livello di gameplay e novità, lasciando d’altra parte molto spazio alle discussioni tra sviluppatori e presentatori, di cui il pubblico ha potuto godere appieno.

Questa volta si inizia direttamente con un primo trailer interessante per i fan della fortunatissima serie targata (da un po’ di tempo ormai) Square Enix: Final Fantasy XV – Episode Ignis è previsto per il prossimo 13 dicembre 2017!

Si passa poi alle presentazioni vere e proprie, iniziando con Guacamelee! 2, insieme a Graham Smith di DrinkBox Studios; ambientato sette anni dopo l’originale, il gioco ci viene presentato in un breve filmato di gameplay, coloratissimo e scanzonato come al solito.

Il gameplay mostrato raggiunge i 60fps; inoltre il gioco viene definito come ottimizzato al meglio per PS4 Pro.

Tocca ad un altro gioco fare la sua comparsa: si parla ora di Soul Calibur VI, già presentato in precedenza, sia al Game Awards che nella giornata di ieri, di cui viene mostrato anche in questo caso un filmato gameplay molto soddisfacente, per gli amanti del genere.

Durante l’intervista viene data enfasi all’uso della luce nei vari stage del gioco, cercando di avere un effetto più godibile possibile, per la spettacolarità dei combattimenti.

Viene mostrata inoltre la nuova modalità Reversal Edge, che permetterà al giocatore di vedere per pochi secondi l’azione in slow motion e preparare quindi la sua contromossa. Purtroppo, per quanto riguarda la data, ci si deve accontentare per ora di un generico 2018.

Tocca poi a The Forest, Open-world Survival Horror game (una definizione molto lunga, mi ricorda un po’ il Vegetarian Progressive Grindcore Metal – a qualcuno suona una campanella? Ditemi di sì) attualmente in sviluppo di Endnight Games, di cui ci viene mostrato il filmato iniziale ed un rapido gameplay con alcune modalità di crafting.

Non stupisce come, durante l’interivsta, Minecraft venga nominato come la prima fonte di ispirazione per questo gioco.

Viene anche mostrato rapidamente un combattimento contro uno dei mostri antagonisti, che sembra quasi catapultarci in un diverso capitolo di Silent Hill.

C’è tempo per godere ancora del trailer di Accounting+ di Crows Crows Crows Squanch Games (nessuna immagine potrebbe catturare la follia di quel trailer, trovatelo sulla rete quanto prima!), presentato per VR, in uscita il 19 dicembre.

Si passa poi rapidamente a Monster Hunter World, di cui viene mostrato un soddisfacente gameplay, in cui si possono apprezzare scorci del mondo di gioco ed un intenso combattimento, di cui si potrà godere a partire dal 26 gennaio.

Playstation Underground ci porta direttamente negli studi di lavorazione della nuova edizione di Shadow of the Colossus per PS4. Un lunghissimo gameplay ci mostra l’attenzione data all’overworld e la strategia di uno scontro contro uno dei Colossi.

Segue la demo di Blood & Truth dei London Studio, sparatutto in VR, la cui data di uscita è però ancora da stablire.

Arriva il momento di spostarsi verso il palco già visto ieri, per parlare inizialmente di un gioco già introdotto, Dreams di Media Molecule che permetterà, oltre alla storia in single-player, di poter utilizzare l’editor di gioco per creare livelli sempre più avvincenti. Seguono Spelunky 2, Oure, Tennis World Tour, Dragon’s Crown Pro e Fe.

Fe, titolo multipiattaforma in arrivo nei primi mesi del 2018.

Si prosegue con una top 10. Ecco allora i 10 migliori giochi per Playstation di sempre, secondo IGN – non vi diremo l’ordine per non rovinare la sorpresa ma ovviamente non mancano titoli come The Last of Us, Bloodborne, GTA III, Silent Hill 2… Seguono Vane, un altro momento con i creatori di Accounting+, Concrete Genie (visto per ultimo ieri sera).

Ghost of Tsushima fa una comparsata (pur non avendo ancora, purtroppo, una data certa) mostrandoci una cutscene ed alcuni particolari, in una conversazione incentrata sia sul gioco in sé che sul processo di creazione stesso.

Con un trailer acceso arriva sul palco anche Killing Floor Incursion, destinato ad uso con VR.

Il gioco prevede ovviamente un sistema multiplayer ad orde, oltre ad una campagna Storia.
Come se non bastasse, Killing Floor 2 ospiterà il suo primo evento di Natale il 12 dicembre.

Golem, altro interessante titolo in arrivo per Playstation VR.

Un panel speciale ora per gli amanti di Naughty Dog e per una delle sue saghe in particolare, tutto dedicato ai dieci anni di Uncharted. Si ripercorrono i momenti iniziali della saga, direttamente dai racconti di chi ha dato voce e movenze ai protagonisti. Un momento sicuramente imperdibile per i più legati alla storia, ma anche per chi ha apprezzato una serie che ha avuto un impatto grandissimo negli ultimi anni.

Dopo un altro momento di attenzione dedicato a Firewall (anche questo già mostrato ieri) si passa al momento finale: il panel dedicato a The Last of Us Part 2.
Sul palco, ad aprire la conversazione, Ashley Johnson e Troy Baker, che danno riprova delle loro doti canore e musicali.

PSX

Nonostante fosse la domanda certamente più sentita da parte del pubblico, non è stata ancora rilasciata una data per il gioco, che sarà però presente all’E3 2018. Per ora, però, ci viene concesso un ottimo trailer, corto ma certamente molto d’impatto, in cui possiamo apprezzare la performance dei nuovi personaggi, che vanno ad aggiungersi ai precedenti.

Ah, vi chiedete se qualcuno sia morto in questo nuovo capitolo?
Tanto non lo hanno detto, ovviamente.

Finisce con questa nota di mistero anche questa giornata del PSX 2017! Domani, i fortunati combatteranno la finale del grande torneo Capcom di Street Fighter V.
Noi, purtroppo, no.

 

 

Tommaso Mellace

Cresciuto sin dalla tenera età a pane e videogiochi, passa i primi anni della sua vita eliminando astronavi su XataX e sparando raggi laser contro lumache aliene in Commander Keen 4, fino ad entrare in contatto con il variopinto mondo Pokémon, di cui è schiavo tutt’oggi. Grazie ad MTV conosce il mondo giapponese, bombardando il suo cervello di dodicenne con anime quali Trigun e Neon Genesis Evangelion, i cui effetti si riveleranno devastanti. La presa di coscienza dell’esistenza del fumetto americano sarà il colpo finale per la sua vita, che spazia oggi tra una missione di Metal Gear ed un numero di Batman. Appassionato anche di musica, passa il resto della giornata a suonare la sua chitarra elettrica, passando da un riff dei Megadeth al main theme di Legend Of Zelda. Dovendo prendere come punto di riferimento i dati immagazzinati nella sua testa, è autore di diverse trame per altrettanti diversi progetti. Il problema principale è la sua totale pigriza, che lo porta a non scrivere mai nulla di quello che immagina, con conseguente perdita totale di ogni buona idea. Si spera che adesso possa cambiare qualcosa.

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker