Justice League non rende giustizia: recensione delusione

I parademoni, gli insetti zombie al centro delle vicende di Justice League, si nutrono dell’odore della paura. E’ una fortuna che non sia l’odore della disperazione, perché altrimenti avrebbero mangiato il film vivo.

Justice League non è un film di due ore che cerca di espiare i suoi passati errori cinematografici.

Si tratta di una scusa lunga due ore della Warner Brothers per i fans di internet più severi, un evidente tentativo di fare marcia indietro dai controversi Man of Steel e Batman vs Superman.

Se il Superman di Richard Donner ha ispirato il pubblico a credere che un uomo potesse volare, Justice League serve come prova che un franchise può strisciare.

Justice League ha ascoltato le critiche esagerate di Internet con Man of Steel e Batman vs Superman e ha deciso che la migliore risposta fosse quella di offrire qualcosa di generico e appagante.

Il risultato è un film che si sente definito da ciò che non è, uno spazio vuoto molto più grande di quello creato dalla mancanza di Superman.

Si tratta di un film senza alcuna ambizione e personalità. Vuole disperatamente essere amato, ma si sente vuoto.

L’aspetto più sorprendente di Justice League è che è troppo positivo

Non solo tematicamente o timbricamente, ma anche letteralmente.

Anche se forse, dobbiamo questo cambio al co-sceneggiatore e co-regista Joss Whedon.

Molte fonti suggeriscono che questa luminosità di intenti è iniziata molto prima che nascessero le critiche di Batman vs Superman (e anche su Superman, personaggio molto positivo nei fumetti, che il pubblico ha giudicato come troppo “oscuro” per film su un ragazzo che indossa le mutande fuori dai pantaloni).

Quindi il lavoro, anche a livello di colori e luci di Justice League si sente come un prolungamento di quello fatto su Suicide Squad, un tentativo superficiale di alzare il colore su un franchise che era stato considerato troppo buio e troppo monocromatico.

Mentre la luminosità in Suicide Squad sembrava di cattivo gusto, la luminosità in Justice League sembra a buon mercato.

Però, la decisione di alzare la luminosità nel film ha l’effetto collaterale di rendere le scenografie e la CGI come quella di un film a basso badget.

Justice League non è un film a basso costo, da qualsiasi punto di vista

In effetti, non è il film più costoso mai realizzato. Tuttavia, sembra a tratti terribile, anche durante le riprese sul set.

Nella sequenza introduttiva del film in cui Batman si aggira sui tetti di Gotham, l’illuminazione lo fa apparire come un set da scuola primaria.

Questa non è una scelta consapevole da parte del team di produzione, però si applica anche ai momenti in cui i protagonisti sono immobili.

Ci sono punti in cui Justice League rivisita personaggi e set di Man of Steel e Batman vs Superman, ma c’è qualcosa di inquietante.

Una scena importante si svolge all’interno della nave kryptoniana già vista nei due film, un set che sembrava qualcosa uscito da The Thing o Alien nelle sue scene originali.

Con l’illuminazione satura, sembra un set cinematografico a basso costo. Quello che dovrebbe essere grigio è di un azzurro pastello. Quello che dovrebbe essere simile al metallo assomiglia al polistirolo.

Tuttavia, un sacco di elementi in Justice League sono dedicati a far finta che molti degli eventi di Batman vs Superman non siano accaduti, o che si siano svolti in maniera diversa

Ciò si riflette anche nelle varie scelte di editing.

Mentre Man of Steel e Batman vs Superman sono stati affascinati dagli aspetti più angoscianti e più inquietanti della tecnologia kryptoniana, Justice League ha un sacco di scene sulla nave kryptoniana evitando questi elementi.

Inoltre l’effetto nostalgia permea Justice League, come per espiare gli aspetti più provocatori e innovativi di Man of Steel e Batman vs Superman.

Infatti, i due film hanno avuto il coraggio di offrire al pubblico delle versioni dei personaggi che non erano mai apparsi in un film prima, al contrario di assecondare i ricordi d’infanzia.

Il compositore Danny Elfman si autocita in una scena inserendo una parte della colonna originale del Batman di Tim Burton.

Ciò è particolarmente irritante, perché non v’è sicuramente un film più strano e più interessante sepolto da qualche parte all’interno Justice League, una versione del film che si sente più a suo agio in sé che nel taglio finale.

Come Man of Steel e Batman vs Superman, è molto chiaro che Zack Snyder ha originariamente concepito Justice League come un film di supereroi legati al terrore e all’incubo.

Infatti, si dice che la progettazione della tecnologia aliena nella trilogia deve molto a film come The Thing o Alien.

A prova di ciò, Man of Steel dipinge Superman come una minaccia terribile mentre in Batman vs Superman rende Batman come un mostro.

Anche qui si tenta l’approccio della paura e lo si sbaglia totalmente

La morte è un fascino ricorrente, difatti l’esercito di Steppenwolf è composto da insetti zombie che un tempo erano i suoi avversari caduti in battaglia.

Il personaggio di Cyborg si descrive come un mostro, e viene introdotto come una creatura grottesca e priva di umanità.

Tuttavia, Justice League non è disposto a prendere in considerazione le implicazioni di tutto questo.

Scene asportate prima che possano diventare spiazzanti o conflittuali, portando ad un mancato spessore del film.

Justice League è un film che presenta un gruppo di amici, che fanno battute mentre altri due personaggi eroici stanno scavando una tomba appartenente ad un eroe simbolico.

Lo stesso vale per tutte le idee derivanti da Man of Steel o Batman vs Superman.

In teoria, Steppenwolf è una figura potenzialmente interessante nel contesto più ampio della trilogia.

Man of Steel e Batman vs Superman (e Wonder Woman) hanno esplicitamente dato l’idea che questi personaggi sono essenzialmente una nuova razza di Dei, che sfidano le concezioni umane di ciò che significa vivere nel mondo.

Steppenwolf è letteralmente un “nuovo dio”, e si è introdotto in conflitto con i “vecchi dei” , le Amazzoni di Themyscira

Però, poiché le conversazioni sulla religione e il potere in Man of Steel e Batman vs Superman sono state ritenute “pretenziose” o “noiose”, Justice League ha poco interesse in qualsiasi di questo simbolismo.

Non v’è alcuna possibilità di sguazzare nelle proprietà mitiche di questo confronto.

Allo stesso modo, Justice League è completamente disinteressato in Steppenwolf come personaggio.

Si suggerisce che ha vissuto in esilio, ma dove? Egli viene introdotto con il “boomdotto”, tecnologia che gli permette di teletrasportarsi a piacimento, ma lui dove vive? Perché si è preso così tanto tempo per tornare?

Il personaggio è mal definito, senza nulla che potesse distinguerlo da qualsiasi altro antagonista generico.

Tuttavia, tutto questo si perde nel modificare, un desiderio cosciente di sdrammatizzare ciò che si potrebbe leggere come controverso o provocatorio.

Batman vs Superman ha più volte suggerito che l’esistenza di Superman ha dato il pretesto a Bruce Wayne di riesumare Batman.

Al contrario, Justice League ricade sulle battute goffe e risatine tanto da portare un personaggio come Batman a fare battute peggiori di Tony Stark.

Justice League è terrorizzato all’idea che qualcuno potesse vederlo come un film “dark” o “cinico”,  tanto che mina la sua tensione narrativa

Questo è molto evidente al culmine del film, che fa perno sulla suspense e sul fatto che un particolare personaggio si unirà al team.

La squadra è in pericolo e sotto pressione, hanno bisogno di ogni personaggio in grado di aiutarli.

Tuttavia, un membro chiave non è presente e la squadra decide di andare lo stesso in battaglia.

La scena è chiaramente configurata per generare suspense, progettata per preparare il pubblico all’arrivo di questo elemento mancante.

Però, Justice League è molto prudente al fatto che questa suspense possa essere percepita come “dark” o “ambigua”, o come qualcosa che avrebbe potenzialmente offendere i fan con quello che il personaggio avrebbe potuto fare in base al carattere.

Così il film cerca di stare insieme molto forzatamente finchè quel personaggio si decide ad aiutare la squadra a venti minuti buoni dall’inizio della battaglia.

Il risultato è uno sviluppo di trama che non ha senso

Perché ci vuole così tanto tempo per arrivare alla battaglia finale, dato che al pubblico è stato detto che si unirà a loro?

La risposta è abbastanza chiara in termini di narrazione, il momento è impostato per generare suspense, ma quella suspense che potrebbe indurre in errore il pubblico dando un senso di ambiguità.

Tuttavia, Justice League è stato così traumatizzato dalla reazione online di Batman vs Superman che non si fida nel gestire venti minuti e così gioca la sua mano iniziale, sotto-quotando un reale senso di tensione.

Questo è Justice League in poche parole, un tentativo disperato di assecondare le critiche su internet sui film dei supereroi.

Man of Steel e Batman vs Superman erano entrambi profondamente film imperfetti, ma avevano un’identità unica e artigianale.

Non ci sono altri film di supereroi che hanno tentato di costruire le loro narrazioni in un modo simile.

Man of Steel e Batman vs Superman erano assolutamente a differenti da tutti gli altri blockbuster di supereroi.

Justice League si sente proprio come una pallida imitazione di qualsiasi altro film sui supereroi

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker