Nintendo registra il marchio Game Boy. Nuovo “mini” in arrivo?

Da poco arrivata sul web, la notizia sta letteralmente impazzando da un sito specializzato all’altro: secondo alcune fonti la Nintendo avrebbe registrato, nel corso dello scorso settembre, il marchio Game Boy (ricercando nel database mondiale dei trademark si può anche trovare la data della richiesta, 15-09-2017).

Il marchio in questione sarebbe legato a diverse classi di oggetti, da vestiti a gadget oltre, immancabilmente, alle console per videogiochi.

game boy
Nostalgia canaglia

In virtù di questo si fa largo tra gli appassionati l’idea di un nuovo progetto della Grande N, legato alla fortunata serie “Nintendo Classic Mini“, che ha già visto tra le sue fila il glorioso NES e, da poco, anche il Super Nintendo.

Oltre alle voci che volevano un probabile N64 il prossimo anno, la Nintendo potrebbe anche avventurarsi (ancora) verso il mercato portatile, magari con una riproposizione della gloriosa console.

Il Game Boy, rilasciato per la prima volta nell’aprile del 1989, è diventato rapidamente un fenomeno globale, complice la sua innegabile comodità (almeno per l’epoca) unita ad un parco titoli in continua espansione.

Proprio pensando ai titoli disponibili nel corso della sua storia possiamo ricordare celebri nomi di casa Nintendo come Super Mario Land, Donkey Kong Land, The Legend of Zelda: Link’s Awakening, Metroid II: Return of Samus (di cui è da poco stato pubblicato il remake per 3DS, Samus Returns), Pokémon Blu/Rosso/Giallo, solo per citarne alcuni.

Sul fianco terze parti, per fare qualche nome potremmo citare la serie di Mega Man, Harvest Moon GB, Double Dragon.

Con queste premesse ci sarebbero tutte le basi per una serie di titoli di tutto rispetto da includere in un ipotetico Game Boy Mini.
Non resta che restare in attesa e sperare nei prossimi sviluppi!

 

Tommaso Mellace

Cresciuto sin dalla tenera età a pane e videogiochi, passa i primi anni della sua vita eliminando astronavi su XataX e sparando raggi laser contro lumache aliene in Commander Keen 4, fino ad entrare in contatto con il variopinto mondo Pokémon, di cui è schiavo tutt’oggi. Grazie ad MTV conosce il mondo giapponese, bombardando il suo cervello di dodicenne con anime quali Trigun e Neon Genesis Evangelion, i cui effetti si riveleranno devastanti. La presa di coscienza dell’esistenza del fumetto americano sarà il colpo finale per la sua vita, che spazia oggi tra una missione di Metal Gear ed un numero di Batman. Appassionato anche di musica, passa il resto della giornata a suonare la sua chitarra elettrica, passando da un riff dei Megadeth al main theme di Legend Of Zelda. Dovendo prendere come punto di riferimento i dati immagazzinati nella sua testa, è autore di diverse trame per altrettanti diversi progetti. Il problema principale è la sua totale pigriza, che lo porta a non scrivere mai nulla di quello che immagina, con conseguente perdita totale di ogni buona idea. Si spera che adesso possa cambiare qualcosa.
Close