Destiny 2: Simbolo “Razzista” nel gioco, il web si infuria

Bungie chiede immediatamente perdono per un simbolo su un armatura molto simile a quello del partito Alt-Right. Ma non basta.

Neanche una settimana di vita, e Destiny 2 sta facendo parlare di se ovunque. Le critiche e il pubblico si dividono, tra chi lo ama e chi lo odia.

Ma oggi non parleremo di Destiny 2 in sé ma di un simbolo raffigurato su una delle armature ottenibili nel gioco.

L’armatura in questione è la Road Complex AA1, un equip leggendario.

Ecco il simbolo in questione, ben visibile sul braccio.

destiny 2 simbolo razzista

Per chi non lo sapesse, il simbolo è molto simile a quello del partito statunitense Alt-Right, un partito di destra che ha come punti fondamentali il suprematismo bianco e il razzismo.

Partito molto noto anche per aver fatto discutere parecchio sulla questione Trump, che secondo molti non ha mai preso una posizione di netto distacco da queste idee.

destiny 2 simbolo razzista

Non è questo il luogo per parlare di argomenti cosi delicati, ma credo e spero che chiunque sia contro l’odio, anche Bungie stessa.

Appena l’utente Reddit xxbiohazrdxx ha fatto notare la cosa, Bungie si è subito mobilitata. Prima con delle scuse formali su twitter e ora procederà con la rimozione del simbolo.

“Un guanto condivide elementi con un simbolo d’odio. Non è intenzionale. Lo stiamo rimuovendo.  Le nostre più profonde scuse. Questo NON rappresenta i nostri valori, stiamo lavorando velocemente per correggerlo. Ripudiamo l’odio in qualsiasi forma”. 

Ma chiaramente al popolo del web, popolo che adora lo scandalo e che deve sempre trovare modo per insultare e lamentarsi, non ha lasciato correre.

In tanti infatti non hanno avuto la mia stessa buona fede, ed hanno attaccato la software house, rea di aver inserito il simbolo con lucidità e volontà.

Non sono sicuramente io ad avere la verità in mano, ma dubito che un’azienda mostri le sue ideologie politiche tramite i videogiochi… Soprattutto se si tratta di ideologiche che (fortunatamente) molti disprezzano.

Insomma, scuse fatte, simbolo tolto e si torna tutti a giocare allegramente.

Fino al prossimo scandalo.

Manu99

Cresciuto nell'epoca "d'oro" dei videogiochi. Tra i salti di Crash, le corse sui muri di Prince of Persia, la paura per Resident evil 1 e l'esplorazione di Tomb Raider. Appassionato da sempre di lettura e giornalismo, con l'abitudine di dire sempre come la pensa su qualsiasi cosa.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Il web è ridicolo. Per elevare i videogiochi allo stesso livello di un qualsiasi altro medium, è necessario che questi ultimi abbiano la possibilità di esprimersi liberamente. Anche sfondando la barriera del politically correct.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker