Grazie a Dio è Venerdì (Thank God It’s Friday)

“Grazie a Dio è venerdì” (Thank God It’s Friday)  un film di Robert Klane del 1978.

Prodotto dalla Motown Productions e dalla Casablanca Filmworks per la Columbia Pictures .

Ma, per fortuna, visto che lo detesto, non parleremo del film.

Venerdì è anche il nome del selvaggio salvato da Robinson Crusoe nel romanzo “Le avventure di Robinson Crusoe” di Daniel Defoe.

venerdì

Il libro, pubblicato nell’aprile 1719 è unanimemente considerato il primo romanzo di avventura.

Per  fortuna non parleremo nemmeno di questo libro.

Va bene, forse indirettamente, un po’ ne parleremo.

Il Venerdì di cui voglio raccontare è ispirato direttamente al romanzo.

Il nostro Venerdì è il protagonista del film Cast Away” e… Non si chiama Venerdì.

Il suo nome è WILSON ed è un pallone.

Un pallone da beach volley, bianco, semplicissimo.

venerdì

A rendere WILSON il protagonista del film è il fatto che “Cast Away” racconta di un naufragio.

Naufragio dopo un disastro aereo, ma pur sempre naufragio.

Brevemente la trama:

il signor Chuck Noland lavora per  FedEx.

Deve recarsi per il suo lavoro in Tailandia.

L’aereo della FedEx su cui viaggia precipita in mare e Chuck si salva approdando su un’isola deserta.

Qui, novello Robinson Crusoe, deve imparare a sopravvivere.

Il finale è il classico lieto fine:

Dopo quattro anni, navigando su una zattera improvvisata… (non vi racconto il resto, vedetevi il film!).

Quattro anni… Quattro anni di solitudine… Se non fosse per Venerdì, anzi per WILSON.

Tra i detriti dell’aereo caduto che il mare riporta sull’isola c’è, infatti, un pallone, anzi, “IL PALLONE”.

Un comunissimo pallone bianco, marca WILSON (comincia a essere tutto un po’ più chiaro?)

Sul pallone in questione  Chuck, per sbaglio, lascia una impronta della sua mano insanguinata.

venerdì

Da quel momento è amore:

con poche modifiche alla macchia originale quel pezzo di cuoio diventa WILSON, l’amico inseparabile.

È una grande idea narrativa:

il naufrago usa WILSON per “rompere la quarta parete” e raccontare al pubblico i propri stati d’animo.

WILSON, durante il film si evolve, cambia, subisce aggiunte, invecchia…

venerdì

Quasi fosse una persona vera.

Talmente vera che sarà caricato sulla zattera quando giungerà il momento di tentare di scappare dall’isola.

Sappiate che WILSON… (non vi racconto il resto, vedetevi il film!)

venerdì

WILSON è, a tutti gli effetti , il Venerdì del romanzo di Daniel Defoe e, secondo me, il protagonista assoluto della pellicola.

WILSON è diventato un mito, tanto che la Wilson (l’azienda) lo commercializza a modico prezzo.

Se avete bisogno di un amico vero è un piccolo investimento…

“Cast Away” è un film pluripremiato, peccato che a WILSON, che l’avrebbe meritata, non è stata data nemmeno una misera statuetta.

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker