Mistero svelato: l’Ufo di CS viene smascherato da una foto

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la notizia dell’avvistamento di un presunto Ufo sui cieli di Cosenza.

L’intento era quello di aggiungere un’ipotesi scientificamente plausibile alle numerose quanto sensazionalistiche discussioni al grido di “caccia agli alieni” che hanno avuto luogo su Facebook e Youtube.

Infatti, come molti di voi già sapranno, due velivoli militari sono comparsi nello spazio aereo della città a bassissima quota durante la mattina del 19 maggio.

I video di coloro che hanno ripreso le spettacolari manovre dei jet, però, hanno anche catturato quella che, senza insinuazioni di nessun sorta, sembrava essere proprio una piccola sfera bianca.

Ora, noi stessi siamo sorpresi dal grande interesse suscitato dall’articolo e abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte di appassionati, testimoni e anche membri dell’aeronautica.

E siamo contenti di poter affermare, con assoluta certezza, che né l’ipotesi extraterrestre, né l’ipotesi da noi sostenuta, cioè quella che si trattasse di un flare espulso da uno dei due caccia, è corretta.

Giuseppe R., infatti, appassionato di aviazione e testimone del fenomeno che ha “ammaliato” la città, ci manda un’immagine che svela ogni arcano segreto circa la vicenda. Eccola:

ufo mistero svelato

La scia che vedete raffigura l’approssimarsi di un aereo ad altissima quota, giusto qualche minuto prima che comparissero i due Eurofighter protagonisti della vicenda e mai avvistati ad un’altezza simile.

Inoltre, Giuseppe aggiunge ci fa sapere che:

La “sfera bianca” che appare nei video non è una sfera bianca ma è semplicemente un terzo Eurofighter che stava più in alto.
Non so nello specifico cosa stessero facendo ma supponendo lo scenario di un’esercitazione particolare in zona urbana, la funzione del terzo Eurofighter era di “copertura”.
Non so se i due Eurofighter avvistati a bassa quota, avessero “obbiettivi” a terra o se fosse solo un’esercitazione di dogfight, ma comunque nella guerra aerea l’altitudine è di vitale importanza in quanto dà un vantaggio in termini di energia.
Se sei in alto puoi decidere se ingaggiare chi sta in basso oppure non ingaggiare, puoi convertire l’energia in velocità perdendo un po’ di quota e puoi decidere di scegliere posizioni diverse e più vantaggiose rispetto al nemico per iniziare un ingaggio.
Se sei in basso invece, se devi ingaggiare chi sta in alto, hai solo l’opzione di salire, con evidenti limiti sulla velocità che puoi mantenere (se sali vai decisamente più piano che se scendi), e se devi fuggire devi tenere in considerazione il terreno. Mentre invece se sei in alto, male che va, puoi iniziare una spirale discendente. In genere, quindi, hai più vantaggi rimanendo in alto grazie alla maggiore quantità di opzioni.
Quindi, il terzo aereo, o aveva il ruolo di “difendere” gli aerei da eventuali altre minacce “esterne”, come altri aerei che si avvicinavano ai due nella zona di combattimento… O era di osservazione riguardo le manovre dei due… Come fosse un’istruttore.
Sicuramente non era né un elicottero né un ufo, perché ho potuto osservarlo bene e le manovre che faceva erano del tutto plausibili per un comunissimo Jet militare… Probabilmente sembrava bianco per via del fatto che stava più in alto e quindi rifletteva la luce del sole… Come sembrano bianchi gli aerei passeggeri che si vedono ogni giorno.

Mistero risolto, i ringraziamenti a Giuseppe R. per il suo intervento 🙂

Qui il Bosone, passo e chiudo.

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker