Doctor Who Knock Knock: Recensione del Quarto Episodio

Knock Knock è un insolito, se non eccezionale, episodio di Doctor Who.

Knock Knock è essenzialmente l’unione di tre diversi episodi amalgamati insieme in modo decisamente casuale. Knock Knock è, in rapida successione: un episodio incentrato sulla vita di Bill al di fuori del TARDIS, una vecchia casa infestata e uno psicodramma familiare intenso con una performance davvero ottima. Nei suoi pochi secondi in apertura, Knock Knock stabilisce immediatamente lo scopo. In linea con la caratterizzazione di Bill come compagna, Knock Knock è focalizzato sulla sua vita fuori dal TARDIS. Una delle grandi innovazioni dell’era Davies è stato il focus sulla vita personale del compagno, nel riconoscere che i companion hanno avuto una vita al di là le loro avventure nel tempo e nello spazio. Davies ha avuto il coraggio di chiedersi che tipo di persone potrebbero fuggire con il Dottore, e da quello nascevano varie problematiche.

knock knockAl contrario, Steven Moffat ha costruito le proprie storie attraverso compagni più archetipi. I compagni chiave dell’era Moffat raramente hanno avuto una vita significativa al di fuori della vita col Dottore. In realtà, il Dottore si è spesso introdotto nelle loro vite personali, volontariamente o no (basti pensare alla felicità domestica dei Pond in The Power of Three o come bidello alla Coal Hill in The Caretaker . ) Knock Knock è costruito attorno alla vita che Bill vive al di fuori del TARDIS, la vita che è stata in gran parte invisibile e inesplorato per Amy e Clara. L’era Davies sottolineava la vita al di fuori del TARDIS come una sorta di contrasto, mentre l’epoca Moffat tendeva a suggerire che era irrilevante ai fini della serie.
Naturalmente, questo probabilmente ha influenzato il modo di vedere Amy e Clara. Perché la serie è fissata quasi esclusivamente sulle loro interazioni con il Dottore, piuttosto che la loro vita al di fuori del TARDIS. Di conseguenza, Amy e Clara sembravano meno sfumate e sviluppate di Rose o Donna. Amy e Clara non sembravano persone vere ma come personaggi di un programma televisivo. La famiglia di Clara viene mostrata SOLAMENTE in The Time of The Doctor , perché erano rilevanti solo per quel particolare episodio.

knock knockAllo stesso modo, Knock Knock ritorna al vecchio stile del compagno che deve venire gradualmente a patti con il modo “alieno” del Dottore. Amy e Clara sembravano cogliere quasi tutto ciò di cui avevano bisogno di conoscere dal Dottore fin dall’inizio, e si buttavano a capofitto all’avventura. A Bill è stato permesso di accogliere gradualmente il Dottore. In The Pilot , ha imparato che era un Alieno con una scatola magica. In “Smile”, ha imparato che aveva due cuori. In Thin Ice , ha scoperto che aveva un sacco di sangue sulle sue mani.
Questa lenta introduzione al Dottore ricorda molto l’era Davies. La serie non ha nemmeno menzionato la parola “Gallifrey” fino Gridlock nella terza stagione. In Knock Knock , Bill è sorpreso di apprendere che il Dottore è un Signore del Tempo. “Signore del Tempo?” Ripete. “Cos’è? Il tuo lavoro?”. Si tratta di un’introduzione molto controllata, in sintonia con l’epoca Davies, piuttosto che l’esposizione rapida dell’era Moffat.

knock knockL’episodio è la classica storia sulla “casa stregata”. In realtà, questo dovrebbe essere una storia molto classica per Doctor Who. La serie ha fatto storie come questa per decenni, forse addirittura una di quelle di maggior successo durante l’era Hinchcliffe, anche se si potrebbe sostenere che questo tipo di storia è in realtà solo un cavallo di battaglie degli anni di Troughton. Alla fine le storie su una casa infestata sono molto facili e molto efficaci; accatasta un gruppo di persone in una vecchia casa e tutto il resto si scrive da solo. In teoria, di Knock knock si può affermare che fa parte di una lunga serie di storie classiche di Doctor Who. Ha una narrazione molto tradizionale e vecchia scuola, ma è anche affidabile e collaudata. Knock Knock in realtà dovrebbe essere un classico, dal momento che le assi del pavimento iniziano a scricchiolare.

knock knockE ‘interessante chiedersi se questo è una sorta di meta-commento dall’episodio, una riflessione sul fatto che Doctor Who in sé è piuttosto vecchio. Come la casa, Doctor Who è stato in piedi per un lungo periodo di tempo. I pezzi sono stati cancellati e sostituiti nel corso degli anni, ma è ancora un vecchio e duraturo artefatto di cultura pop. E se ci pensate, sono pochi i telefilm che riescono a raggiungere la Decima Stagione. E’ sarebbe anche interessante chiedersi se Knock Knock è anche un cenno all’ avanzare dell’età del protagonista. Capaldi ha generato non poche le polemiche a causa della sua età, essendo evidentemente più vecchio di Christopher Eccleston, David Tennant e Matt Smith. Con il parlare di “rigenerazione” verso l’inizio della puntata, è interessante chiedersi se il Dottore vede qualcosa di sé in quella casa.

knock knockUna scelta interessante sulla scia di Thin Ice , è che non sappiamo nulla dei mostri al centro della trama o l’eventuale origine. Lo stesso Dottore riconosce che non ha mai sentito parlare di loro e che la maggior parte di quello che dice e’ una congettura. (Attenzione, piccola postilla: “Infestation of the Driads!” è un’avventura dell’epoca Pertwee che non ha mai visto la luce.) Il Dottore non sa nemmeno se i Driads sono alieni, presume che lo siano. Si sente come un prolungamento dell’ ambiguità dell’episodio precedente, dove la creatura marina non era esplicitamente alieno.

In effetti, vale la pena notare che nessuno dei primi quattro episodi della stagione dispongono di una singola minaccia aliena. The Pilot dispone di olio senziente. Smile si concentra su robot malfunzionanti. Thin Ice ha una creatura di origine sconosciuta. Knock Knock introduce alcuni pidocchi che un ragazzo trova nel suo giardino. Sarebbe interessante vedere questo come un tema ricorrente della stagione, un anno di Doctor Who , senza una minaccia esplicitamente aliena.

Poi di nuovo, la stagione finora ha evitato solo mostri terresti. In The Pilot e Smile ,il pericolo è la tecnologia. In Thin Ice e Knock Knock , il vero mostro è lo sfruttando umano sul delle strane creature. “Non c’è bisogno di andare nello spazio per trovare i mostri,” Nardole osserva verso la fine dell’episodio, una riflessione molto astuto sui temi della puntata.

Sarà interessante vedere come questo tema si estende in tutta la stagione, una volta che il Vault si aprirà inevitabilmente.

Close