Apocrypha: nel 2017 il quarto volume nato dalla collaborazione tra Manfont e Scuola Internazionale di Comics (Roma)

“Quantum Academy” di Baino e Susi sarà la base per il nuovo progetto Apocrypha

Continua per il terzo anno consecutivo la partnership tra ManFont e la Scuola Internazionale di Comics di Roma. Annunciato il quarto volume per il progetto Apocrypha.

apocrypha
Copertina di Apocrypha: il teen-drama nato dall’unione di SIC e ManFont

Questa volta i ragazzi della SIC si confronteranno con Quantum Academy, teen drama supereroistico di Luca Baino (BeccoGiallo, Bonelli, Tunué) e Lorenzo Susi (Dynit). Gli stessi autori affiancheranno gli studenti insieme a Marco Ventura e Marco Russo, due sceneggiatori professionisti usciti dalla Scuola Internazionale di Comics.

A differenza dei precedenti, il quarto volume sarà articolato in cinque capitoli di venti pagine che costituiranno l’antefatto al primo volume della serie. I  capitoli inoltre, saranno intervallati da brevi storie di approfondimento.

Apochrypha nasce nel 2015 come banco di prova per giovani aspiranti fumettisti. La sfida consiste nel misurarsi con sceneggiature di professionisti (copyright di autori ManFont), rispettare le deadlines, creare un apparato redazionale. I ragazzi curano tutte le fasi della realizzazione di un volume vero e proprio, che sarà distribuito nelle fiere di settore, in libreria e in fumetteria. L’esperimento vanta due precedenti di successo: i brand di Arcana Mater, 2700 e Yamazaki (i primi due di proprietà di Manfredi Toraldo, il terzo di proprietà del Gentlemen Kaiju Club) sono stati coinvolti nel 2015 e nel 2016 per la realizzazione di 3 volumi.

Da poco disponibile in tutte le librerie e fumetterie, l’originale Quantum Academy vedrà nel 2017 l’uscita del secondo volume sul mercato italiano. Per maggiori informazioni: http://www.manfont.com/prodotto/quantum-academy-cassandra/

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker