La La Land, una magia di colori da Oscar

Variopinto, teatrale e romantico questi gli aggettivi che incarnano lo spirito di ‘La La Land‘, l’ultima fatica cinematografica di Damien Chazelle che dopo ‘Whiplash torna agli Oscar con 14 nomination fra cui miglior film e miglior regia. Vi tufferete nel mondo del jet set hollywodiano fatto di luci e ombre, vi innamorerete e uscirete dalla sala canticchiando la travolgente colonna sonora.

La storia d’amore tra il talentuoso e testardo pianista Sebastian e la solare e insicura attrice Mia scorrà davanti ai vostri occhi lungo le quattro stagioni di un anno che cambierà per sempre le loro vite. Ma non lasciatevi ingannare da passi di danza, toni pastello e qualche riferimento ai grandi classici, come ‘Cantando sotto la pioggia‘ e ‘Casablanca‘, il musical re dei Golden Globe stroncherà il vostro entusiasmo con un finale realistico e spigoloso, che farà svanire di colpo il clima idilliaco caratteristico della pellicola.

Formidabili le interpretazioni di Emma Stone e Rayan Gosling, che nel vortice delle danze e cullati dalle musiche di Justin Hurwitz, autore della splendida ‘City of Stars‘ e compagno di college dello stesso Chazelle, faranno battere il cuore e scendere qualche lacrimuccia anche al più duro degli spettatori. A tenere compagnia ai due protagonisti troverete anche il cantante John Leggend  e il premio oscar, nonchè temutissimo direttore d’orchestra di Whiplash, J. K. Simmons.

Fonti:

Lucia Anselmi

Nata e cresciuta in Toscana sopravvive in attesa della tesi di laurea nel ridente paesino di Casola in Lunigiana, che ha ribattezzato con l’allegro nomignolo di Melancholia. Negli anni ha sviluppato notevoli dipendenze per le serie tv, i film di Lars Von Trier e i fumetti Marvel. Dopo aver confutato l’inestienza effettiva della scuola per mutanti del professor Charles Xavier, ha deciso di buttarsi nel mondo del giornalismo dove sta terminando il praticantato da pubblicista.
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker