Aristotle and Dante discover the secrets of the universe – Il Tarlo

Salve a tutti lettrici e lettori della rubrica Il Tarlo, oggi sono qui per parlarvi di uno dei libri più belli che ho letto (per ora) durante il 2016: Aristotle and Dante discover the secrets of the universe! 
Sono veramente contenta di potervene parlare anche perchè è il primo libro in lingua che riesco a leggere e devo dire che è stato meraviglioso!
Ma adesso iniziamo subito 😀

 

aristotle and dante coverTitolo: Aristotle and Dante discover the secrets of the universe
Autore: Benjamin Alire Saenz
Traduzione: /
Editore: Simon & Schuster
Pagine: 255


Trama

Aristotle è un adolescente arrabbiato con un fratello in prigione. Dante è un so-tutto-io con un insolito modo di vedere il mondo. Quando i due si incontrano in piscina, sembrano non avere niente in comune. Ma quando iniziano a trascorrere del tempo insieme, scoprono di condividere un’amicizia speciale-il tipo che cambia vite e dura per sempre. Ed è attraverso quest’amicizia che Ari e Dante impareranno le più importanti verità su se stessi e sulle persone che desiderano diventare.

La mia recensione

Sinceramente non so ancora bene come iniziare questa recensione in quanto è sempre difficile parlare di libri che riescono ad entrarti dritti dentro al cuore.
Forse perchè sono storie che non hanno bisogno di spiegazioni ma semplicemente hanno bisogno di essere letti, capiti e amati senza ulteriori parole.

“I bet you could sometimes find all of the mysteries of the universe in someone’s hand.”

Desideravo scoprire la storia di Ari e Dante da mesi ormai, ne sentivo parlare ovunque e non sono mai riuscita a trovare un parere negativo a riguardo. 
Appartiene alla categoria degli Young Adult e parla di amicizia, coraggio, lealtà e amore. Penso che in Italia dovrebbero esserci più libri di questo genere, libri che parlano di cosa vuol dire veramente crescere.

“Aristotle and Dante discover the secrets of the universe” è una storia che parla di due ragazzi straordinari che riescono a trasmettere molto anche solo vivendo una vita semplice che accomuna tutti gli adolescenti. 
Forse è proprio questa la vera bellezza di questo libro: non vi sono avventure pazzesche da vivere o viaggi improbabili, ma viene raccontata in modo molto chiaro e diretto la vita di due ragazzi di 15 anni che hanno tutto un mondo da scoprire. 
Un mondo che si sa, è reale, violento e che riserva tanti problemi.
Allo stesso tempo, però, fornisce dettagli su come si affrontano certe situazioni nella vita, come si può ritrovare il sorriso dopo giorni di pioggia e fa riflettere il lettore su delle tematiche reali e concrete che purtroppo al giorno d’oggi non sono ancora ben viste (come per esempio l’orientamento sessuale).

“And it seemed to me that Dante’s face was a map of the world. A world without any darkness. Wow, a world without darkness. 
How beautiful was that?”

Ari e Dante sono appunto i protagonisti di questa vicenda che dopo essersi conosciuti, cercano di affrontare giorno per giorno gli ostacoli che la vita ci riserva.
Aristotle è un ragazzo introverso e un po’ malinconico, che ancora non ha capito quale sia il suo posto nel mondo. Non riesce ad esprimere le sue emozioni e preferisce chiudersi in se stesso piuttosto che esporsi davanti ad altre persone.

Dall’altro lato c’è Dante: allegro e solare che ricerca il buono in qualsiasi cosa. Ha molte passioni ed interessi e riesce a vedere il mondo attraverso gli occhi di un sognatore. 
Essi sono l’opposto: il sole e la luna, il bianco e il nero.. Ma come tutti sappiamo, gli opposti si attraggono. 

Infatti il rapporto che si instaura tra i due è meraviglioso fin dalle prime battute. Si capisce chiaramente quanto entrambi abbiano bisogno l’uno dell’altro per essere felici e quanto una persona possa riuscire a cambiarti in meglio.

“[..] guess it was enough just to hear the sound of Dante’s voice. 
It was like listening to a song.”

Personalmente mi sono ritrovata in tutti e due i personaggi, perchè entrambi hanno delle abitudini o degli atteggiamenti che mi rispecchiano molto. Di conseguenza mi è venuto molto naturale entrare in sintonia con loro e apprezzare ancora di più questo romanzo.

Oltre ai personaggi e alla storia in sé, ho amato lo stile di scrittura. 
L’autore grazie ad un linguaggio semplice e senza troppi fronzoli, riesce a farti arrivare ogni singola parola dritta al cuore. Sarà che mi piace tantissimo il suono della lingua inglese ma la musicalità del testo è stata veramente disarmante. 
Per quanto riguarda l’inglese lo consiglio molto proprio a chi vuole iniziare, perchè in base alla mia esperienza è andata alla grande 😀 

“Another secret of the universe: 
Sometimes pain was like a storm that came out of nowhere. The clearest summer morning could end in a downpuor. Could end in lightning and thunder.”

Penso che questo sia uno di quei libri che dovrebbero leggere tutti.
Tratta dei temi molto importanti senza risultare mai banale e non riesco a trovare le parole giuste per descrivere la bellezza di questa storia così umana.
So che questa recensione non è stata delle migliori ma ripeto che anche a distanza di una settimana nell’aver concluso il libro, mi risulta molto difficile proporvi un parere puramente oggettivo.
E’ quindi scontato dire che si merita un 100 pieno!

Source
Books and Tea

booksandtea1

Sono Martina, una ragazza di 19 anni che vive coltivando le sue (troppe) passioni. Amo disegnare, dipingere e sporcarmi le dita di colore riproducendo su carta tutto quello che mi passa per la testa. Amo fotografare e fermare il mondo in un'instante che posso definire mio. Amo suonare la chitarra e sentire la musica scorrermi nelle vene. Ma forse, quello che più amo fare, è poter vivere infinite avventure senza spostarmi di un centimetro da casa, semplicemente leggendo libri.
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker