Il mondo a portata di LARP: intervista sui Brutium Wolves

Cari amici nerd, domenica 25 settembre si è conclusa la Fiera del Fumetto di Cosenza e ,tra stands, shops, eventi e artisti vari, quello che mi è saltato all’occhio è stato l’angolo LARP (Live Action Role-Playing) o GRV (Gioco di Ruolo dal Vivo). Uno dei gruppi immischiato in questo oscuro territorio è quello dei Brutium Wolves LARP-Midgard.

Per conoscere un po’ meglio il LARP, ho avuto l’onere di intervistare uno dei membri dei BW, Emanuele Veltri.

Emanuele Veltri, 20 anni, CS

Da GRD a LARP

  • Cos’è fondamentalmente il GRV e in cosa consiste?

“Allora, per capire cos’è il GRV bisogna innanzitutto chiarire cos’è un gioco di ruolo. Quest’ultimo, è un gioco appunto basato sull’interpretazione di un personaggio, caratterizzato da diversi attributi, da parte del giocatore. Egli si troverà quindi nei panni di qualcun altro per l’intera durata della giocata. Il gioco di ruolo nasce come gioco da tavolo, cartaceo. In esso, ad ogni giocatore viene data una scheda che indica tutte le caratteristiche del personaggio da interpretare. Attraverso i dadi viene decisa invece la componente casuale delle varie azioni. Nel GRV, anzichè giocare ad un tavolo, si interpreta fisicamente un personaggio indossando un costume e svolgendo le azioni realmente. In questo caso le caratteristiche non vengono determinate solo da una scheda, ma anche dai limiti e dalle capacità del giocatore stesso. Ovviamente la componente casuale è dettata dal caso (asd) e non più dai dadi.”

Giocata in corso al Midgard..
  • Come si svolge una partita di GRV e che ruoli ci sono?

“Più che di partita, è corretto parlare di giocata. La persona che organizza la giocata, o più in generale la campagna (insieme di giocate che assieme portano avanti una storia), è il Master. Questo si occupa di scrivere la storia, dei preparativi, del regolamento e del rispetto di esso, quindi tutto ciò che concerne l’aspetto organizzativo del GDR sia in gioco che fuori gioco, ma ha anche l’importante compito di far divertire i giocatori. Il Master è affiancato dai membri dello staff, tra i quali vi sono i cosiddetti PNG (Personaggi Non Giocanti). Questi svolgono azioni prestabilite e hanno il compito di interagire con i giocatori, assicurandosi di indirizzare la storia in una direzione piuttosto che in un’altra. Ma ovviamente le componenti più importanti del GRV sono i giocatori (PG) che ,attraverso l’immedesimazione nel proprio personaggio e le azioni compiute, determinano una catena di azioni e reazioni. Non c’è un copione, perciò ognuno agisce secondo la psicologia del proprio personaggio.”

Brutium Wolves: chi sono

  • Che ruolo rivesti nel tuo gruppo?

“Per quanto riguarda il miio gruppo, non abbiamo ancora iniziato a fare delle vere e proprie giocate live perchè stiamo raccogliendo giocatori. Quando inizieremo, però, io e gli altri membri del direttivo dovremmo svolgere il ruolo di Master.”

Emanuele in azione
  • Quindi in cosa consiste la vostra attività come Brutium Wolves?

“Per il momento il nostro gruppo partecipa ad eventi o comunque giocate organizzate da altre associazioni. Come Brutium Wolves, invece, teniamo soltanto gli allenamenti e i tornei con le spade. I primi vengono curati principalmente da me, mentre nei secondi ci si affronta per poter avere alla fine un campione. Queste attività c’entrano poco con il LARP per com’è nato, ma cerchiamo comunque di portarle avanti come gruppo per proporre qualcosa di diverso.”

I Brutium Wolves.
  • Perciò siete in una sorta di via di mezzo tra GDR e GRV?

“No no, ci occupiamo di gioco di ruolo dal vivo. Il fatto è che siamo nati relativamente da poco, dal Cosenza ComiCS insomma. Il nostro Live quindi è ancora in allestimento, anche perchè occupa molto tempo scrivere un’intera campagna, ma anche ottenere location, equipaggiamenti e attrezzature varie. Dovremmo comiciare verso dicembre, ma per ora work in progress.”

Il gruppo durante il Bataman Day.

Preparazione e attrezzature

  • A che serve l’allenamento e in che consiste?

“L’allenamento ci permette di alzare il livello di combattimento nel LARP che spesso è medio-basso. Ecco, noi cerchiamo di rendere il duello più efficace, più scenico e più d’effetto. Il nostro allenamento consiste nell’apprendere l’utilizzo di diverse armi medievali e fantasy (spade lunghe e corte, coltelli, lance, bastoni, alabarde, asce e quant’altro) sia tramite la semplice pratica, ossia l’affrontare un avversario, che tramite lo studio di varie tecniche prese dalla scherma storica e medioevale, ma anche dalle arti marziali che prevedono l’uso di armi. Dello studio delle tecniche si occupano coloro che curano gli allenamenti, me incluso; mentre chi viene ad allenarsi applica le tecniche e le utilizza in combattimento. Il nostro allenamento è come quello di una palestra di arti marziali: riscaldamento, combattimento e applicazione delle tecniche studiate precedentemente movimento per movimento.”

Allenamento in corso…
  • Passiamo agli “oggetti di scena”. Le armi e le attrezzature sono fai-da-te?

“Si e no. Alcune sono comprate, mentre le altre sono fatte da noi. Ovviamente per fabbricare un’arma LARP ci sono diversi canoni da rispettare. L’anima infatti non dev’essere in metallo o legno, ma materiali come plastica e vetroresina; mentre l’arma in sè andrebbe prodotta con materiali morbidi quali il plastazote o il materassino.”

Esempi di armi LARP

L’esperienza nel mondo dei GDR

  • Per concludere, quando, come e perchè ti sei avvicinato al GDR e al LARP?

“Mi sono avvicinato al gioco di ruolo già da ragazzino, a 14/15 anni, quando insieme a degli amici scaricammo i manuali di Dungeons & Dragons e iniziammo a giocarci, inizialmente in modo molto approssimativo, poi scaricando sempre più manuali diversi e adesso il GDR è diventato una delle mie passioni più grandi. Per quanto riguarda il GRV, è una storia abbastanza particolare. Ero ad un raduno cosplay dove organizzarono un torneo con le spade da LARP. Dopo il torneo, chiesi informazioni ai ragazzi che lo avevano allestito e da lì in poi nacque la mia passione per il LARP.”

Da semplice giocatore di GDR a RE DEI SETTE REGNI.

Insomma, nel LARP se non si ha la passione non si ha nulla. Quindi, se siete fissati con i giochi di ruolo e volete portare le vostre campagne ad un livello superiore, rivolgetevi ai Brutium Wolves LARP-Midgard o a qualsiasi gruppo che si occupi di ciò. Io li ho visti in azione e ci sto pensando su.. E voi, amici nerd?

Mar.Nym

Sono una ragazza apparentamente normale che ha una GRANDE passione per i libri, la musica, i videogames, i cosplay, i vari comics e gli uomini con un uncino al posto della mano (vedi Captain Jones di OUAT). Non prendetemi troppo sul serio.. non lo faccio nemmeno io!

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker