Videogiochi e Gaming

Nintendo Classic Mini: il ritorno del retrogaming

Nintendo avvia un’operazione nostalgia che nessuno si aspettava: a sorpresa è stata annunciata la Nintendo Classic Mini, ovvero la riedizione della mitica console che ha accompagnato l’infanzia di molti adulti di oggi. Chi non ha passato ore davanti a immagini pixelate che dovevano rappresentare, almeno in teoria, un idraulico o dei draghetti? Ebbene, ora è possibile rivivere queste sensazioni per una cifra davvero limitata.

Per 60 euro si potrà comprare un Nintendo Classic Mini con incluso un cavo HDMI, un cavo USB di alimentazione (si alimenta quindi da PC) e un controller. Per 10 euro aggiuntivi si potrà acquistare un secondo controller e per altri 10 euro un alimentatore per poter attaccare la console direttamente alla presa elettrica.

Il controller può essere anche collegato a un telecomando Wii per giocare a titoli NES per Virtual Console di Wii U o Wii.

Ma parliamo del punto più importante: che giochi saranno inclusi? Nintendo offre una scelta di 30 grandissimi classici precaricati, di cui molti sono veramente imperdibili: Pacman , Zelda 1  e 2 , Donkey Kong  e Donkey Kong Jr. , Double Dragon 2  , Ghosts’n’goblins e più Mario di quanto possiate immaginare (per la lista completa vedete il sito ufficiale).

Sfortunatamente non è possibile giocare ad altro nè sembra essere prevista la possibilità di farlo in futuro.

Sicuramente, oltre che la possibilità di avere una nuova – vecchia esperienza per chi si è allenato i riflessi da bambino, questa è anche una ottima oppurtunità per chi è giovan e e non ha mai visto o provato questi giochi, per assaporare i bit di un tempo.

La console sarà disponibile dall 11 novembre nei negozi, ma è possibile prenotare già da ora sui siti più importanti come Amazon.

E voi siete eccitati all’idea di rivivereil passato? Avete già preordinato la Nintendo Classic Mini? Fateci sapere commenti e aspettative nei commenti all’articolo!

Source
Nintendo

Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close