Videogiochi e Gaming

POKÉMON GO: 10 FATTI ASSURDI MA VERI

POKÉMON GO: 10 FATTI ASSURDI MA VERI

Pokémon Go è la mania del momento: fan decennali, vecchi giocatori riavvicinatisi al brand, casual gamers tentati dalla popolarità della app o incuriositi dalle meccaniche di gioco, tutti hanno scaricato e provato il gioco sviluppato da Niantic. Abbiamo già dato un’occhiata generale a questa fantastica app quì.

Ma come per tutte le cose, anche a Pokémon Go sono legate vicende strane, assurde, straordinarie, incredibili ma vere, a volte legate alla stupidità dei fan, a volte dalla loro attenzione, altre volte dalla loro disattenzione. E tutto ciò è reso ancora più strano dal fatto che la app è stata distribuita solo da poche settimane!

Ma bando alle ciance ed entriamo nel vivo della nostra personale top 10 dei fatti assurdi ma veri legati a Pokémon Go!

10 – LA BATTAGLIA DELLA CASA BIANCA

Pokémon Go Merica

Il primo Capopalestra a noi noto della Casa Bianca: un maestoso Pidgeot!

Iniziamo questa top 10 parlando di palestre. In Pokémon Go queste sono situate in location storiche o di notevole interesse per la città in cui ci si trova. Poteva mancare una palestra nella Casa Bianca? Ovviamente no! E proprio per questo la residenza del presidente Obama è diventato teatro di scontri ad un ritmo vertiginoso: le tre squadre conquistano e riconquistano la palestra in media ogni 10 minuti, notte compresa. C’è fermento a Washington, e le elezioni sono ancora lontane!

9 – L’AREA 51

Pokémon Go Area51

Le due palestre dell’Area 51, vuote. Cosa vorrà dire?

Iniziamo questa top 10 con una menzione ai temerari che si sono avventurati a caccia di pokémon nell’Area 51; per chi non lo sapesse, si tratta di una zona militare statunitense nota per essere al centro delle speculazioni su UFO e alieni, al cui interno si studierebbe la tecnologia extraterrestre direttamente da navette e corpi (condizionale d’obbligo). Ma quali mostriciattoli tascabili si nasconderebbero all’interno dell’Area? Stando ai report e alle foto, qui si trovano pokémon molto comuni, come Ponyta o Abra, ma addirittura anche due palestre e vari pokéstop. Allenatori, se avete coraggio, avete già una meta da raggiungere!

8 – ESCHE DA LADRI

Pokémon Go Arresto

Lei è in arres… ah no.

Avete mai usato un modulo esca? Lo posizionate in un pokéstop e per 30 minuti questo vi attirerà pokémon e ovviamente altri allenatori pronti a catturarli. E se qualcuno posizionasse l’esca e “catturasse” anche voi? Già fatto! In Missouri (USA) una baby gang assaltava ragazzi dai 16 ai 18 anni in cerca di pokémon dopo averli attirati in pokéstop isolati. Altre vicende del genere sono state segnalate in varie parti del mondo. Attenzione quando giocate, quindi, o potreste trasformarvi da cacciatori… a prede!

7 – IL TRADIMENDO

Pokémon Go Friendzone

C’è anche chi si fa questi problemi, per carità…

Quando catturate pokémon, ricordatevi di non farlo in posti compromettenti! E’ successo a New York, dove un ragazzo ha catturato un bel pokémon mentre si divertiva beato con la sua ex, che frequentava ancora. Successivamente la sua fidanzata, guardando i nuovi pokémon da lui presi, ha notato che il punto di cattura sulla mappa corrispondeva precisamente a casa della rivale. Mollato! Quantomeno ha un pokémon in più… sigh!

6 – POKÉMON GO AI TEMPI DELLA CRISI

Pokémon Go Drone

Volendo c’è anche il drone apposito!

Non può mancare chi approfitta della popolarità di un gioco per mettersi in tasca qualche soldo; e se qualche posizione fa abbiamo visto esempi illegali, ora vediamo chi si è ingegnato per fare di Pokémon Go addirittura un lavoro! Non hai tempo ma vuoi avere tanti mostriciattoli in più nella tua collezione? Con 15€ l’ora puoi pagare qualcuno che li catturi per te! Avanzamento di livello, riempimento borsa nei pokéstop e punti esperienza compresi nel pacchetto! Hai tutto il tempo del mondo ma non vuoi stancarti? Con 30€ l’ora paghi un’auto e l’autista pronti a portarti in giro per i pokéstop della città! Cosa vuoi di più!

5 – A CACCIA DI… CADAVERI?

Pokémon Go Cadavere

Il luogo del secondo cadavere…

Ha fatto scalpore la notizia della ragazza del Wyoming che ha rinvenuto un cadavere sulla riva di un fiume mentre catturava pokémon. Di pochi giorni fa anche la notizia di un secondo rinvenimento di cadavere da parte di un gruppetto di ragazzini nel New Hampshire, nelle vicinanze di un pokéstop. Tutto questo è molto agghiacciante!

4 – CI SONO POKÉMON NELLO SPAZIO?

Pokémon Go Deoxys

E lui dove si troverà? Mah…

Notizia ufficiale. E quando dico ufficiale, intendo proprio ufficiale. La NASA ha annunciato che a bordo della ISS (Stazione Spaziale Internazionale) ci sono smartphone ma non esiste una rete wifi che permetta la cattura di pokémon. Quindi non sapremo mai se i nostri fantastici amici sono arrivati fin lassù… accontentiamoci di sapere che uno dei centri di addestramento degli astronauti è una palestra!

3 – COMPLIMENTI DA YOUPORN!

Pokémon Go Youporn

Se lo dicono loro…

Pokémon Go è diventata in pochi giorni l’app più scaricata degli store (più del doppio dei download di social come twitter e tinder), l’app con più guadagni e anche la ricerca più effettuata su Google superando per la prima volta le ricerche sul porno. Per questo il famosissimo sito internet Youporn ha deciso di complimentarsi direttamente con Nintendo America tramite un tweet diventato ormai virale. Per commentare questa notizia ci viene in aiuto un meme delle ultime ore: “tira più un pelo di Pika…”!

2 – KOFFING E AUSCHWITZ

Pokémon Go Auschwitz

L’immagine simbolo di questa vicenda…

Sicuramente di cattivo gusto, la vicenda dei ragazzi beccati a catturare pokémon nelle vicinanze dell’ex campo di concentramento di Auschwitz, e all’interno del Museo dell’Olocausto a Washington che hanno costretto il direttore del Museo stesso a chiedere la cancellazione immediata della location tra i pokéstop. Se poi a tutto ciò si aggiunge il fatto che proprio all’interno del Museo sia apparso un Koffing, pokémon che sprizza gas velenosi…

1 – IL PIKACHU SULLA LAPIDE

Pokémon Go Pikachu

Senza parole!

E vi salutiamo con l’incredibile storia di Robin Reijers, ventunenne in visita alla tomba di suo fratello minore, grandissimo appassionato di pokémon, purtroppo morto per motivi di salute. Il ragazzo ha pensato di far partire Pokémon Go e farsi una giocata in memoria del fratellino quando, proprio accanto al cartonato rappresentante un Pikachu posto sulla lapide è apparso… un Pikachu! Nessuno sa se la cosa sia stata voluta o no, resta il fatto che Pikachu è uno dei pokémon più rari e questa storia è davvero incredibile. Sarà una coincidenza? Noi del Bosone crediamo di no… :D

Pierfrancesco Caroli

Grandissimo appassionato di anime, manga e giochi da tavolo, nasce cresce e pasce in Puglia tra le prime edizioni di Dragon Ball e vecchi anime obliati anche dalle tv locali.

Che ne pensi? Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close