Tutti – ma proprio tutti! – i giochi da tavolo in “The Big Bang Theory” (Parte sesta)

«Chiederesti a Picasso di giocare a Pictionary (Sheldon I, 13)

 

Siamo pronti per una nuova tappa del nostro viaggio fra i giochi da tavolo? Questa volta scopriremo qualcosa di veramente curioso: verremo a conoscenza di alcuni titoli con i quali Sheldon giocava da ragazzo! Come?! Seguitemi, e lo saprete.

 

VII. 1. La puntata inaugurale della settima stagione vede Sheldon e Penny impegnati con i 3D Chess di Star Trek dei quali si è parlato sin dalla prima parte di Tutti – ma proprio tutti! – i giochi da tavolo in “The Big Bang Theory”.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Penny è la giocatrice ideale per Sheldon, non trovate?!

 

VII, 3. Il Puzzle è a tutti gli effetti un gioco da tavolo inventato intorno alla metà del XVIII secolo da J. Spilsbury, e in questa puntata i protagonisti della sitcom in coppie (Sheldon-Penny, Leonard-Bernadette, Howard-Amy) dovranno completarne uno per trovare il primo indizio in una caccia al tesoro organizzata da Raj.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Qual è il numero massimo di pezzi che siete riusciti a mettere insieme e in quanto tempo?

 

VII, 5. Quiet Game è un ennesimo gioco fittizio ideato da Sheldon, il quale giocherà con Leonard, Howard e Raj ai Guerrieri Mistici di Ka ah.

VII, 8 e 11. Eccoci giunti alla puntata sulla quale ho richiamato la vostra attenzione un po’ di tempo fa, più precisamente nella parte seconda di Tutti – ma proprio tutti! – i giochi da tavolo in “The Big Bang Theory”. Quando Leonard apre la porta del ripostiglio, infatti, riusciamo a scorgere i dorsi delle scatole di alcuni giochi (che rivedremo, un anno dopo, in VIII, 17): Ticket to ride, già apparso nel ripostiglio in V, 14 e giocato in VI, 10; Tikal della celebre coppia M. Kiesling e W. Kramer, altro titolo vincitore dello Spiel des Jahres nel 1999, edito da Rio Grande Game (nel nostro paese è stato distribuito da Ravensburger).

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Tikal è un gioco di esplorazione ambientato in Guatemala

E i due giochi di strategia ispirati a Star Trek che hanno riscosso un ottimo successo anche fra i non appassionati della serie: Star Trek Fleet Captains e Star Trek Expeditions, entrambi editi da Wizkids Games nel 2011. Il secondo titolo vanta come autore un famoso (e prolifico) nome del mondo dei giochi da tavolo, Reiner Knizia.

   

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Star Trek Fleet Captains

          

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Star Trek Expeditions

                                                    

VII, 12. Sheldon cita, parlando con Leonard, Raj e Howard, Hungry Hungry Hippos (da noi Mangia Ippo) della MB, distribuito dalla metà degli anni ’60 fino ad oggi, il cui scopo è far ingoiare al proprio ippopotamo il maggior numero di biglie.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Quante rumorose partite che ho fatto a Mangia Ippo da bambino!

 

VII, 17. Sheldon, Raj, Leonard e Howard sono impegnati nel celebre gioco di simulazione bellica ambientato durante la seconda Guerra Mondiale Axis & Allies di L. H. Harris distribuito dalla MB a partire dai primi anni ’80. L’edizione scelta dai nostri amici è quella denominata Pacific 1940 distribuita dalla Hasbro solo sul mercato inglese nel 2009 e nel 2012.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)

VII, 18. Chutes and Lawyers è ancora un altro titolo fittizio ideato da Sheldon. Ma è nella sua stanza di quando era ragazzo, presso la casa della madre in Texas, che scorgiamo titoli piuttosto celebri da Mastermind a Battlestar Galactica (in Italia Battaglie nella Galassia) fino a Planet of the Apes. Partiamo dal primo titolo, Mastermind (o Master Mind) di M. Meirovitz, gioco di logica matematica nella sua versione base per due giocatori il cui scopo consiste nel trovare il codice di sei colori diversi prima dell’avversario. Edito nel 1972 da Invicta Games è stato successivamente distribuito anche dalla Parker (e oggi dalla Hasbro) unitamente a un certo numero di edizioni e versioni.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)
Ho scelto una foto di una scatola piuttosto “vissuta”, perché quella di Sheldon lo è: segno che è stata molto giocata!

 

Battaglie nella Galassia (Battlestar Galactica) è un semplice gioco di percorso del 1978, distribuito dalla EG (su licenza Parker) e tratto dall’omonima serie TV degli anni ’70 il cui scopo è riuscire per primi a recuperare un relitto spaziale e a riportarlo alla propria base, evitando i buchi neri. Poiché il titolo è stato distribuito solo in quegli anni è considerato un gioco vintage da collezione.

 Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)           

Planet of the Apes è un gioco distribuito in occasione dell’uscita dell’omonimo film nel 2001 sul mercato inglese e francese da Winning Moves, il cui scopo è collezionare un set di oggetti ed essere il primo giocatore a fuggire dal Pianeta delle Scimmie.

Tutti - ma proprio tutti! - i giochi da tavolo in "The Big Bang Theory" (Parte sesta)

In The Big Bang Theory i giochi da tavolo si nascondono ovunque… ma non è finita qui… lasciatemi un po’ di tempo per rivedere l’ottava stagione e ve ne parlerò, fra qualche settimana, nella prossima (conclusiva) parte!

 

XXVII. I. CIƆCIƆXVI

 (Continua…)

Enrico De Luca

Collezionista e studioso da sempre appassionato di giochi da tavolo, collabora con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’UNICAL e si interessa in particolare di letteratura, filologia, metrica e di problemi legati alla prassi traduttoria. Ha pubblicato, fra le altre cose, un Dizionario dei giochi da tavolo (Libellula 2011) e due traduzioni annotate di Dickens, A Christmas Carol e Il Grillo del Focolare (Caravaggio 2009). Legge e rilegge quotidianamente l’intera produzione di C. Schulz e dallo scorso anno ha iniziato ad apprezzare The Big Bang Theory. Altre passioni di vecchia data: opera lirica, musica classica, cinema, teatro…

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker