Humor e Varie

Cosa pensano veramente i ragazzi della Nail Art?

french_manicureC’era una volta  la donna che si spennellava le unghie. Quella che si irritava se il colore potesse scheggiarsi prima di un appuntamento importante ( o anche solo per andare a fare la spesa perchè sì… Lei avrebbe fissato quella minuscola mancanza di smalto sull’unghia del mignolino come se fosse un buco dell’ozono dal banco salumi fino alla cassa)!

nailPoi un bel giorno le estetiste hanno cominciato a fare Fior fior di quattrini adoperando la tecnica dello smalto in gel con limatura. Squadrata, a mandorla, alla brasiliana (????). Poi giunse la micro-pittura sul gel: dai piccoli fiorellini, alle stelline, alle faccine, agli scoiattoli etc etc. Poi arrivò il semi permanente e tante altre tecniche che hanno reso fin troppo artificiali questa parte del corpo femminile che a quanto pare il viril sesso non disdegna e considera oltre a tutta la “carrozzeria” come uno dei punti strategici di femminilità.

nail-art-di-halloween-con-frankenstein_zpsed16cf49

nail-art-inverno-2010-hello-kittyIl Bosone, in collaborazione con la Rijksuniversiteit Groningen University, ha effettuato un’indagine sociologica in materia intervistando ragazzi dai 20 ai 29 anni, non oltre perchè i grafici delle statistiche erano strapieni di considerazioni che i nostri ricercatori hanno dovuto inventare una formula adeguata a riguardo al fine di contenere tutti i pareri.

Vi elenchiamo quì sotto quelli più significativi, condivisi dal 250% degli intervistati.

Alla domanda : Cosa ne pensi della ricostruzione delle unghie in gel e materiali affini, trend femminile da qualche anno a cui troppe non sanno rinunciare?

  • Il 289% degli intervistati ha dichiarato di non essere a conoscenza dell’argomento trattato.
  • Il 876% ritiene che le unghie ricostruite ricordano tanto i marshmallows.
  • Il 921% è spaventato all’idea che questo genere di “artiglieria” possa rappresentare un’arma non solo durante i litigi, ma anche durante certi “massaggi romantici”.
  • il 555% ha risposto nel seguente modo: “perchè non erano unghie vere?”
  • Il 933% dice che se il gel non è riferito a protesi da mastoplastica additiva, è come se fosse inesistente.
  • il 599% ha dichiarato di essersi perduto nelle rotondità posteriori dell’ultima passante e di essere ancora alla ricerca di se stesso (la storia risale al 1998 d.C.).
  • Il 721% non le trova  per nulla sensuali, preferisce le unghie naturali di una donna, soprattutto quando “graffiano le spalle durante l’ attività sessuale”.
  • Il 432 % ha risposto che quando vede una donna con le unghie ricostruite, pensa che almeno i soldi spesi le saranno di grande aiuto quando vuole organizzare un party nasale!
  • il 667% degli uomini invece le trovano femminili, audaci, perfettamente trendy, specie se accompagnate da qualche micro pittura con faccine, cuoricini, brillantini. Dobbiamo precisare che questa percentuale di “Uomi” portava le sopracciglia ad ala di gabbiano.

Alessandra Pappaterra

"Da Chanel a Camel è solo questione di attimi" è la mia filosofia di vita. Nata, cresciuta e "pasciuta"a fiction e sit com americane a tal punto da credere di poter tentare un balzo oltreoceano. Non mi ha voluta la City University of New York, neppure la Notre Dame University ( che nonostante il nome sta nell'Indiana XD). Penso di restare in Europa ma non mi ha presa neppure il Trinity College a Dublino. Così dopo una visita "a mollo " presso Thunder road sono rotolata verso sud! Scrivo di tutto un poco e questo è il problema!

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close