Notte dei Ricercatori Unical 2015, un grande successo

Straordinariamente articolo anche di sabato, poichè ieri, all’università della Calabria si è tenuta l’edizione 2015 della Notte dei Ricercatori.

Dal pomeriggio fino a sera, numerosi stand ed esposizioni hanno popolato Ponte Bucci trasformandolo in una lunga fucina di idee e progetti delle facoltà Unical e non solo.

Inutile ribadire il grande successo del concerto serale di Cristiano de Andrè, che ha dato il colpo di fioretto a una giornata riuscita sotto ogni aspetto.

Al festival girovagavamo anche noi e non abbiamo potuto fare a meno che chiacchierare con alcune tra le rassegne presenti. Ecco un breve riepilogo:

  • Stringhe; semestrale di divulgazione scientifico culturale dell’Università della Calabria. Allo stand abbiamo potuto conoscere il giornalista Franco Falvo che ci ha introdotto alla rivista (attualmente in fase di cambio editore ma pronta al rilancio) facendoci un piccolo riassunto della sua storia.
  • Dipartimento di Lingue e Comunicazione, dove abbiamo potuto svolgere il “Test del sistema rappresentazionale“. Ebbene, ogni essere umano possiede tre canali sensoriali con cui si mette a contatto con la realtà: visivo, uditivo e cinestetico (tatto, olfatto, gusto, sensazioni corporee). Se ne volete sapere di più non vi resta che contattare le facoltà di riferimento.
  • Associazione culturale – teatrale “Attori in corso”, presentava Sunday’s Lab, uno dei primi laboratori teatrali che il gruppo lancerà con l’approdo della propria sede all’Unical (avvenuta da poco)
  • Hacklab Cosenza, centro di ricerca su tecnologia e innovazione; tanti i corsi istituiti dai ragazzi dell’organizzazione. Si va dall’Advanced Networking alla Stampa 3D. Allo stand abbiamo incontrato anche Stefano De Carlo che ci ha parlato di Ninux, un’iniziativa che si prefigge di creare una vasta rete internet peer to peer e, dunque, fruibile in modo completamente gratuito da chiunque.
  • NipponiCS; avete sempre desiderato riuscire a parlare il giapponese? Abbiamo una buona notizia, allo stand dell’associazione veniva presentato il Corso di Lingua Giapponese che partirà il 13 ottobre!
  • Nerd@30, sezione del portale d’informazione Ottoetrenta; se pensavate che noi nerd fossimo una rarità, anzi, un’eccezione, vi sbagliavate di grosso. Vi conviene dare un’occhiata al sito e convincervi che in realtà, dentro di voi, si nasconde un geek.
  • Sion; ne abbiamo parlato così tanto che se ci seguite abitualmente non avete bisogno di presentazioni. In semplici parole: un fumetto steampunk dallo stile semi-manga, ambientato nella Napoli borbonica (tra mostri e segreti di vario genere), ideato e realizzato da un gruppo di tre ragazzi cosentini. Serve altro? 😀

Menzione doverosa, infine, per i ragazzi di Ponteradio, la radio ufficiale dell’università, onnipresenti e professionali come sempre. Accanto a loro, lo stand de Il Quotidiano della Calabria, giusto per rendere l’idea della portata dell’evento!

E adesso, la foto – gallery!P1000136 P1000135 P1000134 P1000131 P1000130 P1000125 P1000126 P1000127 P1000128 P1000129 P1000124 P1000123 P1000121 P1000137 P1000138 P1000139 P1000140 P1000141 P1000145 P1000144 P1000143 P1000142 P1000141 P1000146 P1000147 P1000149 P1000150 P1000151

 


Dave

Difficile definire la sua personalità. Appassionato di comunicazione e digitale, l’uomo senza nome di Cosenza, o meglio, “Cos Angeles”, come la chiama lui. L’adorata città è il luogo dove si prodiga in letterarie produzioni quali il servizio di corrispondenza presso alcune testate giornalistiche. Scrive di tutto facendo finta di combattere il crimine come una sorta di Clark Kent ma senza navicella spaziale. Il problema sono i poteri in dote alquanto alternativi: ogni ufficio per cui ha lavorato, chiude per liquidazione qualche anno dopo la sua assunzione. Come i raggi solari per il super-eroe Dc, si ritiene che la linfa vitale che permette la sopravvivenza di quest’uomo siano le frequenti visite in determinati luoghi di implorazione sacra, più comunemente conosciuti come Cinema; passione viscerale che si trascina da quando è un pargoletto desideroso di diventare regista, periodo in cui produce piccoli corti in stop-motion con i modellini dei Power Rangers. Ma non finisce qui; trova anche il tempo di essere un accanito seguace del fitness e della palestra. Infatti, alcuni sostengono che la sua quotidianità sia perennemente condizionata da frequenti pasti proteici, rituali a cui deve sottoporsi ogni 2 ore dal momento in cui è sveglio altrimenti potrebbe trasformarsi in un mandarino vagante. Gioca a D&D, Saga Edition e qualsivoglia gdr cartaceo. Si cimenta nella scrittura di romanzi e testi di vario genere, opere sempre in fase di sviluppo e mai completate. Sarà perchè, nel selvaggio west, va di moda l’hobby del sombrero e lui ne è un grande esper… zZz
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: