Cast stellare si riunisce in difesa di Madre Natura

Pensate a come sarebbe facile far valere i propri diritti se i supereroi esistessero sul serio…
I vostri datori di lavoro non vi pagano? Ci pensa Batman !
Vi prendono in giro a scuola? Ecco le ragnatele di Spiderman !
Vivi a Cosenza e non ne puoi più del problema rifiuti che c’è in giro? Calmi, arriva Superman !

Sarebbe bello, certo, veder sparire tanti piccoli problemi legati alla nostra società e anche più grossi.
Come quello dell’inquinamento, tanto sottovalutato dagli uomini “potenti” e che rischia di raggiungere presto un punto di non ritorno.
Eppure c’è qualcuno che a riguardo della sempre più grave questione ambientale, ha avuto una bella pensata…

Se non possiamo reclutare dei veri supereroi, possiamo reclutare chi li interpreta.
Così nasce il progetto Nature is Speaking dell’associazione internazionale Conservation International che si prefissa di proteggere Madre Natura grazie a una campagna di raccolta fondi a dir poco sensazionale.

Un cast formato da attori di fama mondiale, infatti, è stato riunito per la realizzazione di 8 video di sensibilizzazione al problema che in breve tempo sono diventati virali sull’interweb e oltre.
Ognuno dei partecipanti all’iniziativa ha impersonato e prestato la propria voce a una componente peculiare (a rischio) della natura.
Ecco la lista (cliccate sui link per visualizzare le relative clip):

Julia Roberts / Madre Natura
Harrison Ford / L’oceano
Kevin Spacey / La foresta pluviale
Edward Norton / Il terreno
Penelope Cruz / L’acqua
Robert Redford / La sequoia
Ian Somerhalder / La barriera corallina
Lupita Nyong’o / Il fiore

Il messaggio principale che questa serie di filmati vuole trasmettere è che la natura, fondamentalmente, non ha bisogno dell’uomo ma l’uomo ha bisogno della natura. E questo è un validissimo motivo per rispettarla.
Voi cosa ne pensate?

Dave

Un tipetto alquanto permaloso, soprattutto quando è davanti al suo pc. Vive un rapporto dualistico, di amore e odio, nei confronti della tecnologia. Ama scrivere al computer, per esempio. Ma non prova le stesse emozioni quando perde 300 cartelle word a causa di interruzioni improvvise causate da chissà quale maledizione fantozziana. Vive di libri, muore di cinema e per l’odore dei pop-corn. Il grande schermo è la sua più grande passione, ammesso che riesca ad arrivare in sala in orario. I suoi frequenti ritardi (per adesso solo in ambito di tempistiche) sono il motivo per cui quando lo incrocerete vi sembrerà un mandarino che rotola. Ha fatto il giornalista ed è anche un bel ragazzo. Bello davvero. E questa descrizione non è stata scritta da lui, eh.

Articoli correlati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close

Adblock Rivelato

Per favore, aiuta la nostra crescita disabilitando l'adblocker