Thor diventa una trilogia!

Un film che affronta una tematica così seria come Ragnarok, per la mitologia nordica l’ultima battaglia tra gli dei e le tenebre, con scene davvero grottesche.

Un Loki più amichevole del solito, un Hulk infantile e un Thor che se la ride per 3/4 del film, semplicemente sublime!

Ma perché andarlo a vedere? Scopriamolo insieme!

Top o Flop?

A mio avviso il film lascia un po l’amaro in bocca.
I fan che come me si aspettavano di vedere una degna rappresentazione videoludica di uno dei momenti più tragici del “Dio del Tuono”, rimarranno delusi.

Thor

Infatti l’intero film viene trasportato da una corrente comica che spesso dimentica la trama originale del fumetto, ovvero la distruzione di Asgard.

Non dimentichiamoci di Hulk.
Le vicende narrate in Planet Hulk e World War Hulk, non trovano spazio nel Marvel Cinematic Universe, lasciando non poco scontenti gli ammiratori del “Golia Verde”.

Se da una parte il film non segue le vicende narrate negli iconici fumetti, dall’altra vi sono molti aspetti positivi.

Un nuovo inizio

Thor

Rispetto ai primi due film, interpretati sempre da Chris Hemsworth, questo Thor ha un qualcosa di nuovo.

Infatti, il protagonista affronta le difficoltà con un sorriso beffardo stampato sul viso e devo ammettere che non mi dispiace affatto.

Un punto di spicco di Thor Ragnarok, è senza alcun dubbio la presenza di Hulk.
Nel film infatti viene mostrato finalmente appieno e il misto tra Hulk bambino e Hulk rabbioso riesce a conquistare un po tutti.

Ovviamente non può mancare l’attesissimo cameo di Stan Lee, che finalmente torna a vedere i suoi personaggi riuniti come un tempo…

Thor

 

Dulcis in fundo…

Sebbene il film non rispetti i canoni del fumetto, regala molte risate e colpi di scena, fornendo anche un’ampia visione del ruolo che Thor e Hulk hanno durante Civil War.

Insomma l’esordio del regista Taika Waititi nel Marvel Cinematic Universe, è stata un vero successo.

Vi lascio al trailer ufficiale del film.

Restate con noi per tutti gli ulteriori aggiornamenti!