Interviste e Network

Italian writers: la nuova rubrica

Ecco a voi Italian Writers: una nuova rubrica per il Bosone!

Italian Writers: un nuovo sprazzo di orgoglio italiano

Tutti voi affezionati lettori sapete bene che il Bosone è un periodico online che valorizza l’italianità e chiunque dimostri, come noi, voglia di darsi da fare in questo paese nonostante le condizioni irrimediabilmente avverse.
Chi non lo sa o non ci conosce abbastanza ed è curioso di approfondire la nostra filosofia, qualcosa che sentiamo profondamente e che fa di noi qualcosa di diverso da una semplice pubblicazione editoriale, può leggere il nostro manifesto.

Italian Writers, dopo Italian Gamemakers, è un’altra rubrica quindi dedicata a VOI da NOI.

Italian Writers: i vostri scritti al centro della scena

Siete scrittori emergenti e avete già pubblicato libri ma non avete l’esposizione mediatica di Jeffrey Deaver? Pensate che la vostra opera possa paragonarsi a Jeffrey Deaver? Non capite come mai il termine di paragone moderno sia Jeffrey Deaver mentre ieri era William Shakespeare? Beh, allora fate proprio al caso nostro.

Sottoponeteci il vostro caso e dopo una valutazione procederemo, se lo riterremo opportuno, a farvi una intervista E/O a leggere, qualora ce lo forniate, il vostro libro provvedendo ad una recensione. Ma attenzione! Dobbiamo avvisarvi che nella recensione saemo perfettamente onesti, sia negli elogi che nelle eventuali stroncature. Quindi a voi la scelta di rischiare o meno.

Italian Writers, contattateci!

La nostra seria intenzione è quella di coltivare la (per ora) scarna rubrica letteraria del Bosone – Il tarlo – e di arricchirla con questa ulteriore offerta per scoprire librie  talenti tutti italiani difficilmente individuabili negli scaffali delle librerie ingombri di Tom Clancy e Jeffrey Deaver. Se non siete fra i fortunati (?) che individueremo grazie alle nostre potenti capacità paranormali, vi invitiamo a candidarvi tramite il nostro sistema di contatto, ed al più presto vi perverrà una risposta!

Joliet Jake

Nato in una assolata e ridente (?) valle ai confini con la Svizzera, Joliet Jake sfruttò, dalla nascita, questo profluvio di orologi e cioccolato per la sua crescita. Un’errata proporzione nel mix ottenne lo straordinario risultato di farlo arrivare sempre in ritardo e di dipendere dal cioccolato per la propria sopravvivenza. Informatico per passione, ha molti interessi e mirabilmente riesce a fallire in tutto in modo omogeneo. Autore di testi di vario genere per formazione e velleità, si prodiga nella redazione di castronerie astrali. Vi conviene leggere i suoi scritti prima che scompaia ed il suo genio venga riconosciuto postumamente da archeologi in cerca di reliquie letterarie(digitali) di alto lirismo. Che però saranno convinti che la lingua dei testi sia il turcomanno antico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close