Negli ultimi anni non è più una vergogna definirsi nerd, anzi è diventato un elemento di orgoglio da sfoggiare per sentirsi superiori rispetto al vile popolino. Ma non è sempre stato così: una decina di anni fa l’essere nerd si pagava con un isolamento sociale senza tregua, con occhiate furtive e con uno “sfigato!” gridato al proprio indirizzo senza neanche tanta delicatezza. Cosa è cambiato?

hipster o nerd?
Tipico hipster con farfallino. Perché “i farfallini sono forti” (cit.), o così mi dicono…

È cambiato che nell’ultima decade è uscito fuori il movimento (e perdonatemi se lo chiamo “movimento”) hipster. Si tratta di un “movimento” (chiedo scusa di nuovo) che di natura vuole essere anticonformista, diverso dalla maggioranza, esprimendo tendenzialmente un abbigliamento semplice e magari trasandato per sottolineare che l’importante sarebbe quello che sta dentro la persona e non la sua esteriorità.

Quando il “movimento” (davvero, vi chiedo scusa, ma non mi viene in mente altro termine) hipster è ritornato in auge negli ultimi dieci anni, ha in parte inglobato gli interessi di gente che è da sempre anticonformista: i nerd. Non che quest’ultimi siano “fuck the sistem” per fregola o moda, ma semplicemente perché è il resto del mondo a metterli da parte. Insomma, i nerd non sono quelli che si “auto-escludono” dal mondo per senso di ribellione, sono quelli che il mondo stesso esclude per “divergenza di interessi”.

Gli hipster hanno trovato questo terreno florido già pronto e in gran parte l’hanno fagocitato, rendendo difficile a volte dire dove finisca un nerd e cominci un hipster. Ma noi del Bosone che siamo nerd dalla nascita e che quindi abbiamo passato decisamente una brutta infanzia, possiamo segnalarvi dieci piccole differenze per capire con chi avete a che fare. E magari per capire chi voi stessi siete.

#1. LA BARBA
Per gli hipster è un elemento è fondamentale, ce l’hanno sempre. I nerd spesso la evitano. Ma attenzione: potrebbero averla entrambi, allora in quel caso come riconoscerli? Ecco un trucco: gli hipster la tengono molto curata – alcuni arricciano anche i baffi… – mentre un nerd se ha la barba è perché è pigro e gli secca tagliarsela, quindi sarà più sciatta e naturale.

#2. I CAPELLI
Come sopra: tagli irregolari e “sbarazzini” contraddistinguono un hipster, che anche ai capelli presta molta cura; i nerd di solito hanno acconciature normalissime e noiose. Inoltre, nerd non portano cappelli né fasce o simili porcherie.

hipster o nerd?
ABORRIAMO certe cose, per favore…

#3. GLI OCCHIALI
Sembrerà una cazzata, ma un buon osservatore potrebbe accorgersene anche da questo: la montatura degli occhiali. Spesso gli hipster li portano perché “gli dà un’aria intellettuale”, i nerd invece perché hanno una miopia dovuta ad anni di studio. La differenza è che, essendo per lo più oggetto di stile, quelle degli hipster tendono ad essere di colorate e con le lenti grandi e tonde, mentre quelle dei nerd sono il più delle volte classicissimi occhiali squadrati e dalla montatura scura.

#4. I VESTITI
L’aspetto esteriore è il marchio di fabbrica di un hipster, perciò nella scelta dell’abbigliamento fa molta attenzione: gli abiti SEMBRANO sgualciti e di seconda mano, ma non lo sono. I nerd invece non fanno caso a come si vestono, quindi indossano gli stessi abiti più volte in giorni successivi, semplicemente perché li avevano già a portata di mano. L’effetto è che alla fine gli abiti nerd NON SEMBRANO sgualciti e di seconda mano: LO SONO.

hipster o nerd?
E possa Dio avere pietà di loro, perché io di certo non l’avrò

#5. I RISVOLTINI
La vera piaga dell’umanità inventata dagli hipster
: li portano e non se ne è mai capito il motivo. Se vedete uno coi risvoltini probabilmente è un hipster. Dico “probabilmente” perché potrebbe anche essere un “semplice” tamarro…

#6. I GUSTI MUSICALI
Gli hipster devono ascoltare una musica che sia emblema dell’essere fuori dal sistema, quindi ascoltano musica “indie”. “Indie” è la contrazione di “Indipendent”, cioè della musica non legata alle grandi case discografiche, il che rende possibile ai cantanti o ai gruppi di poter creare un prodotto diverso dalla cosiddetta “commerciale”. Il problema è che si tratta di una distinzione di mercato, non musicale, ma per gli hipster “indie” è comunque un genere musicale. Spesso si tratta di cantautori simil-bohemienne che cantano le loro canzoni facendosi accompagnare da tre strumenti al massimo, uno dei quali è sempre la chitarra. I nerd invece spaziano fra molti generi, dal cantautorato all’elettronica, fino al methal, molto gettonato.

#7. LE “MARATONE”
Oggi è molto figo definirsi un “tv series addicted”, e quindi passare giornate davanti al pc a guardarsi in streaming illegale episodi su episodi di serie tv; questa è una cosa che fanno entrambi, hipster e nerd, la cosa quindi è delicata. Ma c’è una differenza di “preparazione”: i nerd sono stati forgiati da anni di “maratone televisive”, quando grandi classici del genere come Star Wars o Star Trek venivano mandati in onda dalle 2 di notte alle 6 di mattina, manco fossero roba porno, a botte di tre film per volta. Ecco, se qualche volta hai puntato la sveglia per metterti davanti al videoregistratore nel cuore della notte per farti la tua copia di “Star Trek IV – Rotta verso la terra”, allora sei un nerd 100 % ben addestrato.

hipster o nerd?
La Fisica tira sempre. È questione di gravità…

#8. LA FISICA QUANTISTICA
Ogni nerd che si rispetti ha sviluppato una passione per la fantascienza, perché nella finzione di quelle storie gli intelligenti erano fighi, non smutandati: la prospettiva di un mondo del genere lenisce molte ferite del nerd. Di conseguenza, il nerd si appassiona anche ad aspetti scientifici anche se il suo campo è tutt’altro. Magari non vi sa scrivere le equazioni che regolano l’universo, ma di certo sa districarvi un paradosso temporale e spiegare la “velocità di curvatura”. La differenza in fondo si traduce in questo: un nerd capisce Interstellar, l’hipster lo va a vedere perché è il film di un regista “figo” come Nolan ma ne esce con la testa spappolata.

#9. L’OSSESSIVITÀ
Un nerd è abitudinario e ripetitivo, ma soprattutto è ossessivo: la caratteristica che rende nerd un nerd è approfondire fino al nucleo incandescente una passione che per altri – hipster inclusi – è nella migliore delle ipotesi un passatempo. Esempio pratico: sia un nerd che un hipster vedono Doctor Who – il nerd perché è una serie fantascientifica, l’hipster perché ne ha sentito parlare chiunque. Ma solo il nerd cerca di rimediare la serie classica, di leggere i fumetti e romanzi – quanto meno “Shada” di Douglas Adams – e di conoscere qualche retroscena sulla wiki TARDIS Data Core. E quando poi vede che hanno fatto dei crossover fumettistici con Star Trek il cervello gli si brucia e lo deve assolutamente avere. Oppure, per capirci ancora più chiaramente: entrambi guardano Flash, ma ad un hipster la scena in basso non dice granché, un nerd salta dalla sedia gridando “CITAZIONE!” perché ha passato ore su internet e sui fumetti e conosce la storia di Hal Jordan alias Lanterna Verde.

hipster o nerd?

“Chi ha bisogno di andare in giro? Io ho D&D”. Poi magari non hai gli amici per giocarci, ma quello è un dettaglio…

#10. SVAGO E TEMPO LIBERO
Con l’arrivo di Starbacks in Italia la cosa sarà ancora più evidente, ma già adesso si può riscontrare che hipster e nerd nel tempo libero frequentano ambienti e persone diverse. Gli hipster li trovi nelle caffetterie a scroccare il wi-fi per postare i selfie su Instagram – Dio solo sa cosa potrebbe succedere se davvero Starbacks arrivasse in Italia! – , mentre i nerd preferiscono ritrovarsi in una comitiva di massimo 5 persone per farsi una giocata di ruolo a casa o in una fumetteria attrezzata allo scopo; oppure leggere libri e fumetti per poi scambiarsi opinioni con i pochi e fidati amici, attaccando discussioni che vanno avanti per giorni.

Ecco, 10 piccole differenze fra hipster e nerd. In questo momento in cui le due cose rischiano di sfumare l’una nell’altra ci è parso doveroso fare dei distinguo. Per distinguere invece fra hipster e senzatetto ci ha già fornito una guida adeguatissima Max Black di 2 Broke Girls.

E tu? In quale categoria ti riconosci? Intendo fra hipster e nerd….


CONDIVIDI
Articolo precedenteKeep calm and product demenza socialmente geniale
Articolo successivoUna cascata di giochi gratis

Nato da sua madre “dritto pe’ dritto” circa un quarto di secolo fa, passa i suoi anni a maledire il comunissimo nome che ha ricevuto in dote. Tuttavia, ringrazia il cielo di non avere Rossi come cognome, altrimenti la sua firma apparirebbe in ogni pubblicità dell’8×1000.
Dopo questa epifania impara a leggere e scrivere e con queste attività riempie i suoi giorni, legge cose serie ma scrive fesserie: le sue storie e i suoi articoli sono la migliore dimostrazione di ciò. In tutto questo trova anche il tempo di parlare al microfono di una web-radio per potersi spacciare per persona intelligente senza però far vedere la sua faccia.
Il soprannome “Gomez” è il regalo di un amico, nomignolo nato il giorno in cui decise di farsi crescere dei ridicoli baffetti. Ridicoli, certo, ma anche tremendamente sexy, if you know what I mean…